Coronavirus, Trump insiste: “Riapriremo presto pur a costo di più morti”

Nonostante il drammatico bilancio di morti che il Coronavirus sta causando da qualche mese negli Stati Uniti, il presidente Trump ribadisce che bisogna riaprire presto anche andando incontro al sacrificio di ulteriori vite umane.

Durante la sua visita in Arizona, infatti, Donald Trump ha insistito:

“Non possiamo tener chiuso il nostro Paese per i prossimi cinque anni. Alcuni saranno colpiti duramente? Sì. Ma dobbiamo aprire il nostro Paese e dobbiamo farlo presto. Saranno perdute vite umane? Sì, perché non resteremo confinati nelle nostre case”

Trump insiste sulla riapertura

I numeri parlano chiaro: quasi 80mila morti negli Stati Uniti dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Ma nonostante la curva continui a crescere, il presidente Trump ha dichiarato che il Paese non può stare fermo a guardare ma bisogna riprendere in mano le proprie attività cercando un graduale ritorno alla normalità.

A tal proposito infatti è stata istituita una nuova task force che si occuperà di progettare per filo e per segno la riapertura delle attività. Infine Trump alla chiusura del suo discorso ha rivolto un messaggio ai cittadini: “Voglio dirvi: “Vi amo”. Voglio dirvi che stiamo facendo tutto quello che possiamo”.