Coronavirus Roma, sputano sui citofoni per trasmettere il virus

Dall’inizio della pandemia da Coronavirus ne abbiamo sentite di tutte e di più. Vi abbiamo raccontato infatti dell’uomo che ha sputato sulla frutta e che poi si è raccontato a Le Iene ma adesso stiamo per parlarvi di un’altra vicenda che ha dell’assurdo.

A Trastevere infatti un gruppo di ragazzi vestito come in Arancia Meccanica si diverte a sputare sui citofoni nella speranza di diffondere il Coronavirus. A parlarne è stata Fiorenza Cipollone, donna di spettacolo, al Corriere della Sera:

“Questi ragazzi sono energumeni, non riusciamo a fermarli. Le abbiamo provate tutte, con denunce a ripetizione. Ma ci vorrebbe la Wehrmacht. Sono terrorizzata, barricata in casa… I livelli di violenza toccati ogni notte, ormai non più soltanto nel fine settimana, sono inimmaginabili. Dalla periferia o anche da fuori Roma arrivano bande di ragazzini vestiti tutti uguali, come in Arancia meccanica, con al polso un pugno di ferro. Ci sono anche ragazzi per bene, certo. L’idiozia non prevede distinzioni di censo. E il risultato è sempre lo stesso: il minimo che possono fare è piscia*ti sulla porta. Poi, se protesti, organizzano vere e proprie gare, prendendo la mira, e ti sputano sulla maniglia o sul citofono, con la speranza di attaccarti il Covid”