Coronavirus, ricercatore ucciso prima di fare importanti scoperte

A Pittsburgh un ricercatore cinese, Bing Liu, impiegato nella lotta al Coronavirus, è stato trovato morto nella propria casa. La causa della morte stando alle Forze dell’Ordine è rappresentata da varie ferite da armi da fuoco.

L’omicidio è probabilmente legato ad un’altra morte misteriosa, quella di un altro uomo è stato trovato morto nella propria auto, apparentemente in seguito ad un suicidio. Avrebbe quindi ucciso il ricercatore e si sarebbe poi tolto la vita.

Il ricercatore stava studiando il Coronavirus

Bing Liu aveva conseguito un dottorato a Singapore nel 2012 e si era poi spostato negli Stati Uniti alla Carnegie Mellon University. Tutti i colleghi ne hanno lodato la brillantezza e hanno detto che era in procinto di fare importanti passi in avanti nello studio del Covid-19.