Coronavirus, Putin: “Primo vaccino testato su mia figlia”

Vladimir Putin ha annunciato al mondo il primo farmaco contro il Coronavirus. “Stamattina per la prima volta al mondo è stato registrato un vaccino contro la nuova infezione da coronavirus” ha detto ai microfoni il presidente russo ed ha anche rivelato che il farmaco è stato somministrato a sua figlia.

“Dopo la seconda dose, ha avuto di nuovo una leggera febbre, e dopo tutto tutto era a posto, si sente bene e ha un alto numero di anticorpi”. Queste le parole di Putin sul vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca e rinominato Sputnik V per analogia con il lancio del primo satellite artificiale terrestre nel 1957.

L’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) però raccomanda cautela in quanto è necessaria una rigorosa revisione e valutazione di tutti i dati di sicurezza ed efficacia. “Siamo in stretto contatto con i russi e le discussioni continuano. La prequalifica di qualsiasi vaccino passa attraverso procedure rigorose”.

Nel frattempo la Russia ha già ricevuto la richiesta di un miliardo di dosi da 20 nazioni.