Coronavirus, Luigi Di Maio: “I parlamentari si taglino lo stipendio”

Ministro degli Esteri Luigi Di Maio
Il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, nel corso di una diretta ha detto la sua riguardo la situazione di emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus, che sta mettendo in ginocchio il nostro Paese.

Di Maio davanti alla telecamera ha dichiarato:

«I provvedimenti per affrontare la critica li deve prendere la politica. La politica non può pensare di affrontare la critica con lo stesso status che aveva prima. Deve essere come il padre di famiglia che dà il buon esempio ai figli. Per questo sostengo la proposta di Vito Crimi e del Movimento 5 Stelle di tagliare lo stipendio ai parlamentari e ai consiglieri regionali. E’ importante in questo momento perché la politica deve mettersi in una condizione di credibilità.”

Poi ha aggiunto Non è un sacrificio dimezzare lo stipendio di un parlamentare, né tanto meno per un consigliere regionale”.

In più, Di Maio ha ribadito anche tramite un post su Twitter la sua posizione, scrivendo: “In questa guerra contro il Coronavirus tutti stanno facendo sacrifici enormi. E deve valere anche per la politica: deputati e senatori si dimezzino gli stipendi. Il Movimento 5 Stelle ha già donato 3 milioni di euro per l’emergenza. Il buon esempio vale più di un quintale di parole”.

Che ne pensate di quanto detto dal ministro degli Esteri?