Coronavirus e lavoro: a Roma e Milano 9000 attività a rischio

coronavirus

Confcommercio e Fiepet Confesercenti lanciano l’allarme: “situazione drammatica”.

Perplessità per i mancati aiuti da parte del governo, circa il 92% delle imprese a Milano è ancora in attesa di ricevere i soldi. A Roma la situazione potrebbe addirittura peggiorare con il passare del tempo.

A Roma e Milano circa 9.000 attività rischiano di non riaprire più a causa del Coronavirus

Molte imprese stanno attraversando una dura crisi economica a causa dell’emergenza Coronavirus. Secondo un’indagine di Confcommercio e della Fiepet Confesercenti, dopo il lockdown circa 9.000 esercizi commerciali tra Milano e Roma potrebbero non riuscire più a riaprire i battenti.

A Milano, secondo il segretario generale di Confcommercio, Marco Barbieri, la situazione è drammatica. “Abbiamo fatto un’indagine su 2 mila imprese. Il 92% sta aspettando ancora i soldi, sia sotto forma di finanziamenti bancari sia di ammortizzatori sociali, e ormai a quasi 3 mesi dal lockdown. L’82% delle attività commerciali vorrebbe riaprire, di questo 82%, oltre il 70% dice di riaprire consapevole che i ricavi saranno minori dei costi. Insomma, ripartiamo col freno a mano tirato. Probabilmente, circa 3.700 imprese milanesi non ce la faranno a riaprire”

Altrettanto preoccupante la situazione nella capitale italiana, dove i commercianti ritengono che riaprire costerà, allo stato, più dei due mesi di chiusura. “Tirare su le serrande non significa certo tornare agli incassi medi pre-Covid, abbiamo bisogno di essere accompagnati fino al ritorno alla normalità – afferma David Sermoneta, presidente della Federazione Moda Italia Roma.

Sono proprio gli aiuti da parte del governo a destare perplessità e incertezze: praticamente la maggior parte delle imprese italiane non ha ricevuto ad oggi alcun sussidio da parte dello Stato. Insomma, attualmente la situazione non è per niente rassicurante.

Il Coronavirus sta mettendo in ginocchio però l’economia di tutto il mondo, non solo quella italiana, colpendo anche famose imprese. Proprio qualche giorno fa TripAdvisor ha dichiarato di dover licenziare circa 900 dipendenti a causa del Coronavirus.