Coronavirus, smentita dall’Iss fake news sui bimbi positivi a scuola prelevati dalle autorità

scuola

Nelle ultime ore sta circolando sul web e sui social la notizia che se un bambino a scuola risulterà positivo al Coronavirus, i genitori non potranno andare a prendere i propri figli che invece saranno affidati alle autorità competenti. Si tratta di una fake news, ovvero di una bufala che il MIUR e l’Iss hanno smentito prontamente.

Migliaia di genitori erano nel caos per questa notizia e si è seminato il panico in poche ore. Come ogni cosa però è sempre buona norma affidarsi a fonti ufficiali, perciò il MIUR ci ha tenuto a specificare:

“Sta purtroppo girando una grave fake news su cosa accade quando si deve gestire un alunno che, all’interno dell’istituto scolastico, mostra sintomi compatibili con l’infezione da Covid-19. Si arriva a sostenere che ai genitori non sarà permesso prelevare i propri figli e che questi saranno affidati all’autorità sanitaria. Niente di più falso, ovviamente”.

L’Istituto Superiore della Sanità ha inoltre puntualizzato che saranno rese note tutte le procedure nel caso di positività di bambini a scuola e possibili focolai:

“E’ in preparazione, e verrà finalizzato e reso pubblico nelle prossime ore, un documento che contiene le indicazioni per la gestione di casi e focolai negli istituti scolastici preparato dalle istituzioni competenti. Si invita pertanto a considerare le notizie riferite al documento stesso solo una volta che questo venga reso disponibile; in particolare sono da considerare fake news tutte quelle notizie che riportano che l’alunno o lo studente possano venire affidati all’autorità sanitaria, mentre è la figura del genitore che è chiamata a gestire tutti i percorsi.”.