Coronavirus, in Cina dopo le cure si risvegliano neri

Pur di curare i pazienti dal Covid-19, sono stati ovviamente impiegati medicinali che inducono anche diversi effetti collaterali, “necessari” pur di salvare quante più vite possibile.

In Cina, più precisamente a Wuhan, epicentro dell’epidemia, due medici cinesi in terapia intensiva sono stati curati con un farmaco particolare che ha purtroppo alterato il corretto funzionamento del fegato.

In cura per il Coronavirus, si risvegliano neri

Il risultato più visibile di ciò è legato all’alterazione della normale pigmentazione dei due sanitari, che si sono ritrovati con la pelle sensibilmente più scura. Questa condizione sparirà quando i due potranno tornare alla realtà. Uno dei due versa purtroppo ancora in condizioni critiche, ma è stabile.