Coronavirus, Di Maio la fa grossa: 71 milioni donati a Tunisia e Bolivia

Ministro degli Esteri Luigi Di Maio
Il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio

Sono stati confermati dal ministro Di Maio, i soldi donati a Tunisia e Bolivia come aiuti contro il Coronavirus. Si tratta di 50 milioni per la Tunisia e 21 milioni per la Bolivia.

Il politico è stato fortemente criticato per questa iniziativa da Andrea Delmastro, deputato dei Fratelli D’Italia, che durante l’incontro di ieri ha dichiarato:

“Sono clamorosamente insoddisfatto della risposta che ha voluto fornire il ministro Di Maio. Oggi abbiamo avuto la certezza che non è una fake news che sono stati dati improvvisamente, sciaguratamente e inopportunamente 50 milioni di euro alla Tunisia.

Il ministro Di Maio ha confermato in quest’aula gravissimamente che ai sensi di un Memorandum d’Intesa di 8 anni fa, si è affrettato come un pazzo ad erogare 21 milioni di euro alla Bolivia in questi giorni.

E allora il ministro sa, o dovrebbe sapere (e temo che solo dovrebbe sapere) che il memorandum non è per nulla vincolante, che non vi è alcuna scadenza e che stiamo vivendo oggi un flagello che si chiama Coronavirus che integra la causa della forza maggiore quale causa per recedere da ogni memorandum di intesa.

Quei 71 milioni dovevano rimanere in Patria a difendere quei medici che voi chiamate angeli ma che ogni giorno stendono le mascherine nelle corsie perché non le hanno. Siamo preoccupati della sua risposta perché si pensa che erogherà ancora denaro con i soldi della Cooperazione.

500 milioni sottratti alla Patria, avete erogato 400 milioni alle famiglie esigenti: ne potevate erogare 900! Il nemico è invisibile ma la trincea dove si combatte è visibilissima e si chiama Italia!”

Cliccando qui potete ascoltare direttamente voi le sue parole.