Coronavirus, Conte accoglie proposta di riaperture diversificate per regioni

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte
Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte

La fase 2 ha creato diverse polemiche e contrasti, pensiamo ad esempio alla riapertura anticipata della Calabria con un’ordinanza apposita. Molti governatori infatti suppongono che, essendoci nelle loro regioni contagi ridotti al minimo, alcune attività potrebbero già riaprire, come parrucchieri ed estetiste.

Questi ultimi infatti, come altri settori, sono stati quelli più sacrificati e che, secondo l’ultimo decreto, potranno riaprire il 1 giugno. Ma nelle ultime ore il presidente Conte ha accolto la proposta di aprire dal 18 maggio in base alle situazioni locali delle regioni.

Lo fa sapere su Twitter Giuseppe Toti che scrive:

“Conte ha accolto la richiesta di autonomia delle Regioni nella gestione della #Fase2. Dal 18 maggio potremo aprire le attività in base alle esigenze territoriali. Le proposte del Governo verranno integrate con quelle degli enti locali. E faremo monitoraggio. Avanti con buon senso”