Coronavirus, Brasile sospende la pubblicazione dei dati dell’epidemia

La pandemia del Coronavirus ha creato decessi in tutto il mondo ed è stata da poco superata la soglia dei 400mila morti. Tra i vari Paesi del mondo, il Coronavirus ha colpito maggiormente il Brasile che, al livello di decessi, ha superato anche l’Italia e risulta il secondo Paese più colpito al mondo.

Una decisione presa nelle ultime ore sta facendo molto discutere e sta creando non poche polemiche: il Presidente Bolsonaro ha ordinato di oscurare il sito web del Ministero della Sanità con la mappa dei nuovi contagi e di non pubblicare nuovi dati su contagi e decessi.

I motivi del silenzio

La spiegazione delle nuove disposizioni è stata:

“I dati cumulativi non riflettono il momento in cui si trova il Paese. Stiamo adottando altre azioni per migliorare la comunicazione del numero dei casi e la conferma delle diagnosi”.

Ovviamente, come dicevamo, le polemiche sono state tantissime perché in molti (medici compresi) sospettano che in questo modo si sta nascondendo la situazione reale in cui versa il Paese. I cittadini si chiedono infatti quale sia il vero impatto dell’epidemia sulla popolazione.