Coronavirus, l’autocertificazione non sarà più cartacea

Il nuovo decreto si sta pian piano delineando e sul tavolo ci sono varie proposte, tra cui l’aumento dell’importo dell’indennità (da 600 a 800 euro) e il reddito di emergenza per le fasce più deboli della popolazione.

Una delle principali novità dei nuovi provvedimenti sarà molto probabilmente un’applicazione, scaricabile da un sito del governo, che sostituirà l’autocertificazione cartacea e non solo, perché il sistema informatico servirà anche per geolocalizzare i cittadini per tracciare i contatti dei positivi al Coronavirus, così come avviene in Corea.

La nuova applicazione

I cittadini potranno scaricare l’applicazione da un sito apposito fornito dal governo, sia su iOS che su Android, dove bisognerà inserire i dati e la propria situazione sanitaria. Inoltre, tramite il Bluetooth, il sistema riuscirà a tracciare gli incontri delle persone e avvisare l’utente se si trova nelle vicinanze di un soggetto positivo al Coronavirus.

Come già anticipato, l’applicazione servirà anche per sostituire l’autocertificazione che attualmente bisogna mostrare alle forze dell’ordine: essa diventerà digitale e tutto si baserà sull’app del governo.

Un’altra novità fondamentale riguarda la cosiddetta fase 2, in cui le uscite graduali dipenderanno dalle fasce d’età dei cittadini.