Come fare backup Android

Se vi è mai capitato di perdere una buona parte delle vostre foto più care che vi riportavano alla nostalgia dei bei tempi andati, probabilmente sapete bene quanto possa essere devastante questa esperienza.

È come se una parte della vostra storia fosse sparita per sempre. Grazie ai backup, fortunatamente, è possibile evitare che una simile perdita si ripeta e conservare a lungo quei momenti preziosi.

Perciò, se volete stare tranquilli, continuate a leggere e vi spiegheremo passo dopo passo come eseguire il backup del vostro telefono Android in soli 4 rapidi passaggi, sia che preferiate utilizzare il cloud sia che preferiate mantenere i vostri file in locale.

Scelta del metodo di backup

Il primo passo per eseguire il backup del vostro smartphone Android è scegliere il metodo di backup più adatto a voi. Esistono due metodi principali per eseguire il backup dei dati: il backup su cloud e il backup locale.

Il backup su cloud prevede l’archiviazione dei dati su un server online. Questo metodo offre la comodità di accedere ai dati da qualsiasi luogo, purché si disponga di una connessione a Internet.

Il backup locale, invece, prevede l’archiviazione dei dati nella memoria interna o esterna del dispositivo. Questo metodo offre un controllo completo sui dati, in quanto è possibile accedervi e ripristinarli senza una connessione a Internet.

Vediamo innanzitutto il modo più semplice per eseguire il backup dei dati.

Il modo più semplice per fare il backup Android: backup di Google

La maggior parte dei servizi di backup, come Google Drive e OneDrive, offre una certa quantità di spazio di archiviazione gratuito, mentre è possibile acquistare spazio di archiviazione aggiuntivo in base alle esigenze.

Per impostare un backup su cloud, è necessario collegare il dispositivo a Internet, iscriversi a un servizio di backup su cloud e seguire le istruzioni del servizio per eseguire il backup dei dati.

Google offre un servizio di backup gratuito che consente di salvare i dati del dispositivo Android nel proprio account Google. Questo servizio è disponibile su tutti i dispositivi Android ed è facile da configurare.

Per eseguire il backup del telefono Android sul vostro account Google, seguite i semplici passaggi riportati di seguito.

Passo 1: accedere alle Impostazioni del telefono Android

Per iniziare il processo, è necessario accedere alle impostazioni del telefono. È possibile farlo toccando l’app “Impostazioni” nella schermata iniziale o nel cassetto delle applicazioni.

Passo 2: scorrere verso il basso e toccare “Account e backup”

Una volta entrati nel menu delle impostazioni, scorrete verso il basso e cercate “Account e backup” o qualcosa di simile, a seconda del vostro dispositivo Android. Questa sezione contiene tutte le opzioni relative al backup e alla sincronizzazione dei dati.

Passo 3: selezionare “Backup dei dati” su Google Drive

Nella sezione “Account e backup” dovrebbe essere presente l’opzione “Backup dei dati”. Toccatela. Il backup dei dati verrà eseguito sull’account Google Drive a cui si è acceduto.

Passo 4: attivare l’opzione “Backup da Google One” e toccare “Esegui backup ora”

Dovrebbe essere presente un interruttore per “Backup di Google One”. Assicuratevi che questo l’opzione sia accesa per attivare il backup automatico dei vostri dati.

È anche possibile toccare il pulsante “Esegui backup ora” per avviare manualmente un backup, se necessario. Google Foto eseguirà il backup delle foto, fornendo un comodo accesso alle immagini da qualsiasi dispositivo connesso a Internet.

Inoltre, Google Drive esegue il backup dei dati, compresi quelli delle app, dei contatti, del calendario e dei messaggi. In questo modo, se si perde il telefono o si deve passare a un nuovo dispositivo, è possibile ripristinare facilmente i dati dal backup nel cloud.

Opzioni cloud per il backup del dispositivo Android oltre a Google

I diversi dispositivi Android possono avere diverse opzioni di backup. Ad esempio, gli utenti di Samsung Galaxy possono eseguire il backup dei propri dati su Samsung Cloud. Basta andare nelle Impostazioni e selezionare l’account Samsung.

Da lì, selezionare “Samsung Cloud”.

Se si dispone di un account Microsoft OneDrive, selezionate l’opzione per sincronizzare la Galleria con OneDrive nella schermata successiva. In questo modo si attiverà il backup automatico delle foto e dei video su OneDrive.

Quindi, in “Backup e ripristino”, toccate “Backup dei dati”.

È quindi possibile scegliere di che cosa eseguire il backup, che si tratti di registri delle chiamate, messaggi, contatti, impostazioni, orologio, schermata iniziale o altro. Una volta effettuate le selezioni, toccate “Esegui backup ora” per avviare il processo di backup.

Oltre a Google Drive, esistono altre opzioni cloud da prendere in considerazione. Una scelta popolare è Dropbox, che offre fino a 2 GB di spazio di archiviazione gratuito e consente di sincronizzare i file su più dispositivi.

Un’altra opzione è Mega.nz, che offre circa 20 GB di spazio di archiviazione gratuito, il che lo rende un’ottima scelta se avete molti file di cui fare il backup senza dover spendere soldi.

L’impegno di Mega per la sicurezza dei dati è evidente nelle sue caratteristiche, che includono la crittografia end-to-end che protegge i dati anche durante il trasporto.

Per gli esperti di tecnologia e per coloro che preferiscono ospitare autonomamente il proprio cloud storage, Nextcloud e ownCloud sono opzioni eccellenti.

Con entrambe le piattaforme è possibile ospitare il proprio server cloud e avere il controllo completo dei propri dati. Le piattaforme offrono una serie di funzionalità, tra cui la sincronizzazione dei file, i backup automatici, la collaborazione e gli strumenti di comunicazione.

Naturalmente, l’impostazione di una soluzione self-hosted può essere più complessa della semplice iscrizione a un servizio cloud, ma può essere un’ottima scelta se si è alla ricerca di una soluzione di backup più privata e sicura.

Backup del telefono Android sul computer

Se l’archiviazione su cloud non è un’opzione possibile, il backup del telefono Android sul computer è una scelta intelligente.

Ci sono diversi metodi che si possono utilizzare, ma un buon modo è quello di utilizzare Android Debug Bridge (ADB), o un software simile se si ha un’inclinazione per le cose tecniche.

Questi strumenti consentono di collegare il telefono al computer tramite USB e di trasferire file e dati tra i due. Tuttavia, se questo vi sembra troppo complicato, potete sempre scegliere di eseguire il backup del vostro telefono Android manualmente.

Si tratta di un’operazione piuttosto semplice, in quanto è sufficiente collegare il dispositivo Android al computer tramite un cavo USB e aprire la memoria del dispositivo sul computer.

Da qui, è possibile selezionare i file e le cartelle di cui si desidera eseguire il backup e copiarli sul PC o su un dispositivo di archiviazione esterno, come un’unità SSD.

È importante notare che i backup manuali richiedono un certo impegno e possono richiedere molto tempo, soprattutto se i dati da trasferire sono molti.

Inoltre, se il dispositivo di archiviazione esterno si danneggia o viene smarrito, i dati potrebbero andare persi. È quindi importante conservarli in modo sicuro.

Prima di concludere

Se non potete permettervi di perdere le vostre preziose foto, i contatti, i messaggi e così via, il backup del telefono è un’operazione da non prendere alla leggera.

Seguendo i passaggi descritti in questo articolo, potrete assicurarvi che i vostri dati siano al sicuro e che possano essere facilmente ripristinati ogni volta che ne avrete bisogno.

Assicuratevi di scegliere un metodo di backup adatto alle vostre esigenze, sia esso basato su cloud o locale. Una volta eseguito il backup del telefono Android, ricordatevi di controllare e aggiornare regolarmente i backup.

In questo modo, i dati saranno sempre aggiornati e sarà possibile recuperarli facilmente in caso di necessità.

Domande frequenti

Qual è il modo migliore per eseguire il backup di un dispositivo Android?

Il modo migliore e più semplice per eseguire il backup del dispositivo Android è utilizzare un servizio di archiviazione cloud, come Google Drive o OneDrive.

Posso eseguire il backup del mio dispositivo Android su più di un servizio di cloud storage?

Sì, è possibile. Questa ridondanza garantisce che i dati siano sempre al sicuro e accessibili, anche se uno degli account di archiviazione cloud viene compromesso o non è disponibile.

Cosa succede se perdo il telefono prima di poterne eseguire il backup?

In questo caso, purtroppo, potreste perdere tutti i vostri dati in modo permanente. Per questo motivo è importante impostare backup automatici o eseguire manualmente il backup dei dati con regolarità per assicurarsi di non perdere nulla di importante.

È possibile eseguire il backup di applicazioni o dati specifici sul dispositivo Android o deve essere tutto?

Certo, è possibile eseguire il backup di applicazioni o dati specifici sul dispositivo Android.

Ciò è particolarmente utile se si desidera eseguire il backup solo di alcuni file o applicazioni e non dell’intero dispositivo. Molti servizi di cloud storage e software di backup consentono di selezionare app o dati specifici di cui eseguire il backup.

Posso eseguire il backup del mio telefono senza una connessione a Internet?

Sì, è possibile utilizzare un cavo USB per collegare il telefono a un computer e trasferire i dati localmente. In alternativa, è possibile utilizzare una scheda microSD per archiviare i dati.

Torna in alto