Come calibrare il touch screen Android

È chiaro che uno dei punti, o elementi, più importanti e quello che utilizziamo di più durante la giornata è lo schermo del telefono. In sostanza, perché senza di esso non saremmo in grado di utilizzare lo smartphone.

Soprattutto perché non solo vediamo i contenuti o le notifiche che riceviamo, ma interagiamo anche grazie a questo componente, poiché possiamo scrivere, inserire applicazioni, tra le altre cose. Ma cosa succede quando il tocco va storto?

Non sarà la prima volta che vediamo come i forum o, molti utenti, cercano di trovare una soluzione al touch screen del proprio telefono. Da un giorno all’altro, può smettere di rispondere come ha fatto il primo giorno, o anche cambiare improvvisamente da una mattina all’altra.

Tuttavia, possiamo sempre calibrare lo schermo del cellulare in modo che possa funzionare di nuovo senza alcun problema. Inoltre, ci aiuterà a escludere che l’errore sia dovuto a qualcosa di più grave, come un guasto hardware.

Pertanto, vedremo tutto ciò che possiamo calibrare il pannello del telefono in modo da poter risolvere i problemi con il pannello di qualsiasi cellulare.

Controlla se non funziona

La verità è che, prima di mettersi al lavoro, sarà meglio testare in quali punti il ​​touch screen mobile si guasta, o se ci sta davvero dando problemi. Per questo esistono alcuni strumenti interni e di terze parti per poter chiarire ogni dubbio.

Ad esempio, il primo si trova tra le configurazioni degli smartphone Android.

Inoltre, è un metodo infallibile per sapere se il touch screen ha problemi. Per accedervi, dovremo andare su Impostazioni > Informazioni sul telefono e premere più volte su Numero build. A quel punto, attiveremo le Opzioni sviluppatore, quindi dovremo entrare per andare alla funzione indicata.

Quando siamo dentro, cerca la funzione Posizione puntatore e attiva l’opzione. In quel momento, vedremo alcune linee orizzontali e verticali, che segneranno il nostro viaggio attraverso il telefono mentre tocchiamo il touch screen del cellulare con il dito.

Questo ci consente di testare accuratamente tutti i punti sul display. Nel caso in cui dovessimo vedere delle interruzioni nelle linee, sapremo per certo che il pannello è guastato e, soprattutto, potremo scoprire esattamente dove si trova l’errore.

Calibra lo schermo

Per ricalibrare lo schermo di un cellulare, avremo bisogno dell’aiuto di un’app di terze parti che ci aiuterà, e molto. Fondamentalmente, perché questo software che possiamo scaricare su Google Play ci permette di risolvere diversi problemi del touch screen, come la calibrazione.

I sintomi più comuni che ci avviseranno che qualcosa non sta andando come dovrebbe sono i famosi ghost touch, che i comandi touch vengono eseguiti senza aver toccato il display dello smartphone, o più tocchi di quelli che effettivamente diamo sul pannello del terminale.

Né dobbiamo dimenticare i diversi ritardi nei tocchi o, addirittura, che non vengono mai eseguiti.

Scarica: Touchscreen Calibration

Quando lo installiamo sul dispositivo, dobbiamo avviarlo e premere il pulsante Calibra. Dovremo dare un solo tocco al pannello in modo che inizi a ricalibrarlo. E così via con le diverse opzioni che ci dirà: due tocchi, premere a lungo per 2 secondi, scorrere a sinistra o a destra, tra le altre opzioni.

Inoltre, per ottenere un buon risultato, è meglio appoggiare lo smartphone su un tavolo piatto. Quindi, segui tutti i passaggi che indicherà l’applicazione Google Play.

Al termine di ogni test, se tutto è a posto, apparirà di colore verde e uscirà con l’etichetta “Superato”. Nel caso in cui non funzioni bene, ce lo dirà. Infine, al termine di tutte le calibrazioni, ci dirà di riavviare il dispositivo in modo che tutte le modifiche vengano applicate.

Funzione incorporata

Alcuni dei primi dispositivi Android, fino ad Android 4.0 Ice Cream Sandwich, avevano un’opzione di calibrazione integrata all’interno del sistema operativo stesso.

A seconda del dispositivo e della versione del software, questo strumento può essere trovato in Impostazioni > Lingua e tastiera > Inserimento tocco > Inserimento testo. Quindi dovremmo trovare l’opzione Precisione tocco del dito > Strumento di calibrazione o Ripristina calibrazione.

Posso aumentare la tua sensibilità?

In alcuni livelli di personalizzazione, come nel caso della One UI, scopriamo di poter aumentare la sensibilità al tocco dello schermo dello smartphone. Tuttavia, non è una funzionalità standard in Android puro.

All’interno di questo software Samsung troviamo la funzione Touch Sensitivity. Fondamentalmente, ciò che ottiene è che possiamo aumentarlo quando mettiamo uno screen saver e non risponde come dovrebbe.

Un’opzione molto utile

Negli anni abbiamo visto come a livello hardware gli schermi mobili stiano diventando più precisi e, raramente, inizino a dare problemi di tocco. E’ qualcosa che può accadere in qualsiasi momento.

Inoltre, nella maggior parte dei casi, quando inizia a dare errori, sarà perché c’è qualcosa che non va nell’hardware, e questo è qualcosa che noi stessi non saremo in grado di risolvere con un test o con nessuna app, in quei casi solo noi cambiare il display dello smartphone.

Ma ciò non significa che non dovremmo aiutarci con la calibrazione dello schermo per escludere grossi problemi. Pertanto, in ogni caso, ci aiuterà a sapere se stiamo affrontando un errore specifico o se è dovuto a qualcosa di più grave.

Inoltre, ci sono situazioni in cui ricalibrarlo sarà molto utile, soprattutto quando abbiamo posizionato un protettore e il tocco del telefono ha iniziato a comportarsi diversamente.

Anche, non solo ci aiuterà in queste situazioni, ma ci permetterà anche di riadattarlo in modo da poter avere una migliore esperienza utente in qualsiasi momento. Per questo motivo non fa mai male sapere come calibrare il pannello di un cellulare.