Curiosità

In bici a tempo di musica, perché non farlo in modo smart?

In questi tempi di grande preoccupazione per inquinamento e gestione delle risorse del pianeta, sembra quanto mai importante tornare all’utilizzo di metodi di spostamento che riducano quanto possibile l’impatto ambientale. Dalla mobilità in auto condivisa, allo sviluppo di treni ad alta velocità sempre più sofisticati, le occasioni di incidere il meno possibile sull’ambiente, senza però rinunciare ai nostri spostamenti, sono veramente moltissime.

Le innovazioni tecnologiche, di certo, si muovono in tale direzione, ed ecco che piccole e grandi aziende hanno investito su soluzioni green per spingere il consumatore ad acquisire una maggiore consapevolezza su questi importanti temi. Nel suo piccolo, l’azienda cinese Livall, dal 2015 si accoda a questa filosofia, invitando a mettere da parte le scuse e saltare sulla propria bicicletta, proponendo una serie di caschi davvero smart.

La linea Cycling Helmet di Livall, infatti, associa ergonomia e qualità costruttiva all’attenzione per la sicurezza a tutto tondo. Tutti i caschi sono infatti dotati di LED di segnalazione di posizione e di cambio di direzione che, tramite un telecomando posto sul manubrio, funzionano come vere e proprie frecce lampeggianti.

Tutti gli elmetti Livall dispongono di microfono e due altoparlanti da 0,5W che rendono accessibili alcune importanti funzioni dello smartphone senza necessità di staccare le mani dal manubrio. Grazie alla connettività Bluetooth, infatti, è possibile rispondere alle chiamate in entrata e parlare liberamente con il nostro interlocutore (il sistema anti-vento si propone di abbattere per quanto possibile i rumori ambientali).

Non solo, la presenza degli speakers consente di ascoltare musica senza però rinunciare alla propria sicurezza considerato che non c’è bisogno di utilizzare auricolari, accessori che aumentano i rischi legati al traffico. Altro punto forte dei caschi Livall è il sensore di gravità capace di rilevare eventuali cadute e inviare in automatico messaggi di SOS a contatti pre-impostati dall’utente.

Insomma, grazie alle certificazioni di sicurezza top level e alle caratteristiche smart uniche nel suo genere, i caschi Livall (BH51, BH60SE, MT1, BH62 e la versione per bambini KS2), si rendono interessanti sia per coloro che fanno della bici una ragione di vita, sia per i ciclisti della domenica o per chi utilizza le due ruote per piccoli spostamenti urbani o per brevi gite con la famiglia. E poi andare in bicicletta fa bene alla salute, quindi cosa state aspettando? Acquistateli qui!

Fai click per commentare
Vai su