Camera, deputato della Lega su Silvia Romano: “Neo terrorista”

Silvia Romano
Silvia Romano arriva in Italia

Le parole contro Silvia Romano non accennano a placarsi. Dopo gli insulti, le minacce e il post di Sgarbi, perfino alla Camera dei Deputati si è puntato il dito contro la cooperante milanese rientrata in Italia.

Il deputato della Lega Alessandro Pagano nel suo discorso ha voluto far notare che al funerale di un poliziotto erano presenti 15 persone e nessuna autorità, mentre è successo il contrario all’arrivo di Silvia Romano in Patria.

Pagano contro Silvia Romano

Pagano ha utilizzato dei termini veramente forti che hanno subito scatenato l’ira e il caos in aula e non solo, perché anche sui social le sue parole sono arrivate taglienti come una lama. Le riportiamo qui sotto insieme al video:

“Abbiamo assistito a un figlio della Patria, a un poliziotto che è morto e al suo funerale non era presente nessuna autorità dello Stato. Però poi abbiamo osservato che quando è tornata la neo-terrorista, perché questo è al Shabaab e questo finanzia, sono andati ad accoglierla. Ci sono state delle discriminazioni.”

Subito a riprenderlo la vicepresidente della Camera Mara Carfagna: “Credo che riferirsi a Silvia Romano col termine di ‘neo-terrorista’ sia veramente improprio, eviterei di farlo in quest’aula”.