Bonus vacanza: cos’è e come richiederlo

bonus vacanze

Con il “decreto Rilancio” il governo si prepara ad approvare una serie di nuove misure per sostenere i cittadini e le imprese durante la Fase 2 dell’emergenza Coronavirus.

Tra i provvedimenti che potrebbero essere approvati a breve, oltre al bonus biciclette e monopattini, vi è il bonus vacanza, nato per rilanciare il settore del turismo in Italia.

Bonus Vacanza: ecco le misure per risollevare il turismo in Italia

Il settore del turismo è stato uno dei più colpiti dal lockdown, tant’è che persino grandi aziende mondiali come TripAdvisor ha dovuto ridurre il personale a causa del calo di lavoro.

Per cercare di risollevare il settore, il Governo sta pensando di inserire nel decreto Rilancio (ex decreto aprile, che dovrà essere approvato durante questo mese di maggio) un bonus vacanza.

Si tratta di un buono pecuniario nato per incentivare i cittadini a trascorrere le ferie in Italia, sostenendo in questo modo il settore turistico. Secondo la misura, le famiglie con almeno un bambino potranno contare su un buono di 500 euro, chi non ha figli potrà avere un buono di 300 euro, mentre infine i single potranno beneficiare di 150 euro. Il Bonus potrà essere utilizzato da tutti coloro che hanno un reddito ISEE non superiore a 35 mila euro.

Il decreto prevede anche un fondo da 50 milioni di euro che dovrà essere utilizzato per coprire le spese di sanificazione delle strutture ricettive, compresi gli stabilimenti balneari e termali.