Azzolina: orale dell’Esame di Stato in presenza il 17 giugno. Ecco le modalità

Il ministro Azzolina si è detta soddisfatta della didattica a distanza svolta finora, che ha raggiunto una grande quantità di studenti, ma la via telematica scelta finora non sarà sostituita all’orale degli esami Stato, che sarà svolto in presenza il 17 giugno.

L’orale dell’esame di maturità, avendo un’importanza particolare perché chiude un percorso completo, sarà svolto quindi nelle aule, rispettando tutte le misure di sicurezza e facendo in modo di preservare la salute di studenti e professori. Di seguito le parole di Lucia Azzolina a Skuola.net:

“L’esame di maturità è un momento fondamentale di un ragazzo, che in qualche modo ti porta alla vita adulta. Ci tengo a dire che l’esame di Stato sarà in presenza in totale sicurezza, perché non metterei mai a rischio la vita degli studenti. So che è un momento difficile per loro, ma fidatevi di me e del governo.”

Nuove modalità dell’orale

“Saranno 60 i crediti dai quali gli studenti potranno partire e la prova orale varrà 40 crediti. Sarà una riconversione delle vecchie tabelle in base ai crediti del triennio. Gli studenti per il loro orale concorderanno un argomento con i loro professori dal quale partiranno. L’argomento sarà sulle materie di indirizzo. Non è una tesina.”

“Gli studenti parleranno della loro esperienza PTCO (alternanza scuola-lavoro) fino a dove sono arrivati. In più mi piacerebbe che in Cittadinanza e Costituzione rientri il Coronavirus.”

Infine alle domande dei ragazzi di Skuola.net, che hanno chiesto cosa avrebbe proposto quest’anno il ministro se ci fosse stato l’esame scritto, Azzolina risponde: “Avrei proposto Pirandello”.