Nuova truffa su WhatsApp minaccia il vostro account Google

Un nuovo raggiro che si diffonde direttamente su WhatsApp punta a raccogliere denaro illegalmente dai più sprovveduti, spaventando il malcapitato di turno con minacce piuttosto improbabili. Ecco come rimediare nel caso si ricevessero messaggi sospetti.

Nuova truffa su WhatsApp: occhio ai numeri sconosciuti

Truffe e tentativi di estorsione basati su questa metodologia sono ormai all’ordine del giorno. Ancora una volta siamo di fronte ad un messaggio dalla grammatica discutibile che ci terrorizza minacciando il sequestro dei dati sul nostro smartphone nonché del nostro account Google,  con relativa multa e addirittura procedimento penale.

La novità di questo gruppo di malintenzionati è di far girare questa truffa direttamente su WhatsApp. Il tutto ovviamente a nome di una fantomatica Polizia Postale dai poteri illimitati. Un utente più esperto e smaliziato smaschera il tutto senza esitazioni. Persone meno consapevoli delle minacce in rete, soprattutto i più anziani, possono però facilmente concedere i propri dati sensibili e somme di denaro non indifferenti.

La Polizia Postale, il vero Organo del nostro Stato, ha preferito perciò smentire in via ufficiale l’uso di WhatsApp per questo genere di comunicazioni. Lo scopo è di evitare che questo raggiro continui ad ingannare i più ingenui. Il consiglio è di bloccare immediatamente i numeri sconosciuti che inviano questo tipo di messaggi e non rispondere per nessun motivo.