Curiosità

Arriva il Wi-Fi gratuito negli uffici postali

La notizia è di qualche giorno fa, pare proprio che entro la fine del 2015 gli uffici postali (non tutti) avranno la possibilità di offrire ai loro clienti, l’accesso gratuito ad internet tramite Wi-Fi. Sicuramente in questo modo l’attesa diventa meno snervante, spesso andare all’ufficio postale significa perdere mezza mattinata, in questo modo almeno gli italiani potranno continuare a lavorare, comunicare o semplicemente ammazzare il tempo mentre sono in coda.

Il servizio dovrebbe funzionare in maniera molto semplice, così come funzionano la maggior parte dei servizi Wi-Fi pubblici e gratuiti, ossia una volta collegato alla rete dell’ufficio postale ed inserite le nostre credenziali, riceveremo una password che ci garantisce l’accesso. A questo punto saremo liberi di continuare ad usare il nostro tablet, pc o smartphone per fare quello che vogliamo (o dobbiamo) mentre aspettiamo il nostro turno.

L’obiettivo è quello di arrivare a coprire, con questo servizio, 900 uffici postali entro il 2015 per poi arrivare ad una copertura nazionale completa entro il 2017. A guidare le regioni italiane sarà il Piemonte con 62 uffici, passando poi ai 21 della Liguria. In generale il progetto sembra ben avviato nel nord-ovest del nostro Paese.

L’ad di Poste Italiane, Francesco Caio, ha dichiarato : “Il progetto WiFi è stimolato dallo spirito di collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico, rientra nella missione che ci siamo dati per i prossimi anni nel Piano Strategico Poste 2020: vogliamo essere gli architetti di un’Italia più digitale e stiamo lavorando per rendere migliore la vita delle persone, includendo tutti, e con particolare attenzione alle fasce più deboli della popolazione, per aiutare il Paese nel passaggio dall’economia tradizionale a quella digitale”.

Caio ha concluso dichiarando: “Il progetto WiFi è un altro passo nello sviluppo di prodotti e servizi semplici e sicuri per le persone, le imprese e la Pubblica amministrazione previste nel Piano Poste 2020 che, con investimenti per oltre 3 miliardi di euro, punta a fare di Poste Italiane l’azienda leader del processo di cambiamento e di avanzamento economico e sociale del Paese, permettendo a tutti di cogliere le opportunità di sviluppo offerte dal digitale.

Finalmente sembra che qualcosa in Italia si stia muovendo nella direzione giusta. Speriamo bene!

Via.

 

Fai click per commentare
Vai su