ARM annuncia il nuovo core della CPU e il processore grafico: dai più potenza ai futuri telefoni Android

ARM ha presentato i suoi nuovi core di processore di nuova generazione, il core ad alte prestazioni ARM Cortex-X3 e l’ARM Cortex-A715. Allo stesso tempo, ARM ha anche aggiornato il core Cortex-A510 per renderlo più efficiente dal punto di vista energetico. Inoltre, ARM ha anche presentato i suoi nuovi processori grafici, l’ammiraglia Immortalis-G715, che introduce per la prima volta il tracciamento del raggio nella gamma ARM.

I core del processore ora svelati da ARM dovrebbero essere implementati almeno nei prossimi circuiti di sistema all’avanguardia di Qualcomm e MediaTek, che potrebbero essere rilasciati alla fine del 2022 e saranno disponibili su dispositivi Android di fascia alta a partire dalla fine 2022 e più ampiamente all’inizio del 2023.

I nuovi processori ora introdotti da ARM rappresentano la seconda generazione di processori nell’architettura Armv9.

Il Cortex-X3 è il terzo core di potenza di picco di ARM. Secondo ARM, il nuovo core del processore offre un miglioramento dell’11% delle prestazioni alla stessa velocità di clock rispetto al precedente Cortex-X2. Grazie alla maggiore frequenza di clock prevista, le prestazioni di punta dell’ARM Cortex-X3 sono state migliorate fino al 22%.

ARM prevede che ARM Cortex-X3 sarà ampiamente utilizzato nei circuiti di sistema con una velocità di clock massima di circa 3,3 GHz rispetto all’ARM Cortex-X2 da 3,0 GHz. Frequenze di clock più elevate saranno agevolate dal processo di produzione a 3 nanometri che dovrebbe portare sul mercato circuiti di sistema contenenti Cortex-X3.

Per il Cortex-A715, ARM stima che il miglioramento delle prestazioni sia del 5% rispetto al Cortex-A710. L’efficienza energetica, invece, è notevolmente migliorata, del 20%, a parità di frequenza di clock e processo produttivo. Il passaggio a un processo di larghezza della linea inferiore dovrebbe comportare almeno un altro miglioramento simile di un quinto nell’efficienza energetica.

Nel complesso, i miglioramenti sembrano piuttosto impressionanti. Sono il risultato di numerose modifiche e miglioramenti all’architettura di Cortex-X3 e Cortex-A715.

Il nuovo Cortex-A715 è il primo core di alimentazione a 64 bit di ARM, che ha contribuito a migliorarne l’efficienza. Dei core Cortex-X, il supporto a 32 bit è stato abbandonato in precedenza.

Miglioramenti ad ARM Cortex-X3, Cortex-A715 e Cortex-A510 aggiornato rispetto ai suoi predecessori.

Allo stesso tempo, ARM ora ha aggiornato il kernel ARM Cortex-A510, che è la parte a più bassa potenza dei circuiti del sistema, per consumare il 5% in meno di energia rispetto a prima.

Il nuovo componente introdotto da ARM per il controllo dei core del circuito del processore, il DSU-110, ora supporta fino a 12 core della CPU e 16 megabyte di cache L3. ARM non vede l’ora di lanciare circuiti di sistema a 12 core per (laptop).

Mali-G615, Mali-G715 e Immortalis-G715 sono i nuovi processori grafici di ARM.

I nuovi processori grafici di ARM sono Mali-G615, Mali-G715 e Immortalis-G715.

Il nuovo modello di punta Immortalis-G715, che è entrato a far parte della collezione, porta per la prima volta il ray tracing sul processore grafico di ARM. Il tracciamento del raggio, che porta la grafica a un nuovo livello, simula il comportamento della luce nel mondo reale. Nei chip di sistema degli smartphone, è stato precedentemente visto nel chip di sistema Exynos 2200 utilizzato nei telefoni Samsung Galaxy S22 e nel processore grafico Xclipse sviluppato da Samsung con AMD.

Secondo ARM, i suoi nuovi processori grafici offrono un miglioramento complessivo delle prestazioni del 15% in termini di architettura, mentre le prestazioni nell’apprendimento automatico sono addirittura raddoppiate. Inoltre, l’efficienza energetica è migliorata del 15% rispetto al precedente Mali-G710.

I nuovi processori grafici di ARM si basano sull’architettura Valhall di quarta generazione e in linea di principio sono in gran parte simili tra loro.

Il rilevamento del raggio è supportato solo sull’Immortalis-G715, ma l’intero nuovo trio di processori grafici include il supporto per il Variable Rate Shading, che riduce il carico sul processore grafico ottimizzando il calcolo delle ombre nelle aree in cui non influisce sulla qualità dell’immagine.

Mali-G615 dovrebbe essere commercializzato con 1-6 core, Mali-G715 con 7-9 core e Immortalis-G715 con 10-16 core.

Qualcomm e Samsung utilizzeranno i propri processori grafici nei propri chip di sistema di fascia alta, quindi principalmente i nuovi core del processore grafico di ARM saranno visti nei futuri chip di sistema MediaTek.

ARM ha introdotto il rilevamento del raggio nei suoi processori grafici.

Torna in alto