Notizie

Apple si scusa per rallentare gli iPhone e propone uno sconto

In questi ultimi giorni sul web è impazzata una vera e propria rivolta contro Apple. A scatenare l’ira di migliaia di utenti è lo “scandalo” legato al downclock dei processori iPhone nel tempo. L’azienda di Cupertino aveva infatti implementato un sistema per contrastare, in parte, l’usura della batteria nel tempo.

Infatti più questa componente invecchia più la velocità del processore diminuisce per non pesare troppo sul consumo energetico. Tutto ciò è anche comprensibile, ma la poca trasparenza della società americana in questo ambito ha causato molto malcontento. Apple ha così ammesso il tutto in via ufficiale, spiegando il perché di questa sorta di obsolescenza programmata.

Questa punta ad allungare la vita di un dispositivo a scapito delle sue performance per quanto, a detta della casa produttrice, difficilmente si possono notare differenze nell’uso quotidiano. Questa gestione della potenza mira anche ad evitare spegnimenti improvvisi o situazioni di potenziale pericolo. L’omissione dell’azienda di questa modifica del software ha ovviamente alimentato voci negative riguardo la vicenda.

Così, per scusarsi, i possessori di un device fuori garanzia potranno cambiare, nell’arco dell’anno, la batteria ad un prezzo minore. Al momento, tutto ciò che sappiamo è che in Nord America da 79 dollari il prezzo scenderà a 29 dollari. Una riduzione di prezzo notevole che di certo si estenderà in tutto il mondo. Vi invitiamo a seguirci in attesa di ulteriori sviluppi in merito.


Fai click per commentare
Vai su