Notizie

I dipendenti Apple continuano a sbattere contro i vetri dell’Apple Park

A distanza di pochi giorni dal trasferimento di buona parte dei dipendenti all’Apple Park, nonché il nuovo quartier generale della società statunitense costato più di 5 miliardi di dollari, iniziano a sorgere i primi problemi. La scelta di costruirlo per buona parte in vetro non sembra essere stata una “genialata”. Infatti stando a diverse testimonianze molti dipendenti continuano a sbattere contro le porte del campus costruite interamente in vetro.

Fortunatamente si sono registrate solamente delle lievi contusioni, che però hanno costretto l’azienda a chiamare il pronto intervento. Per risolvere il problema i lavoratori Apple avevano pensato di applicare dei post-it colorati alle porte, così da facilitarne la visione, ma a quanto pare sono stati prontamente rimossi perchè rovinavano il design della struttura.

Il tutto andrebbe contro le leggi della California, infatti quella sulla sicurezza del dipendente sul posto di lavoro prevede che “il dipendente deve essere protetto dal rischio di sbattere contro i vetri, applicando barriere o segnali permanenti“. A propria discolpa Apple tiene a precisare che la gran parte dei lavoratori andati a sbattere contro i vetri dell’Apple Park erano distratti dallo smartphone.

Quindi se fossero stati più attenti questi problemi non si sarebbero mai verificati. E’ anche bene sottolineare che non è la prima volta che l’ossessione di Apple di abbellire le proprie strutture impiegando ampie vetrate causi incidenti. Nel 2011 Evelyn Paswall andò a sbattere fratturandosi il naso contro una parete trasparente di un Apple Store di New York.

In seguito la signora citò Apple in tribunale, sostenendo che la casa di Cupertino avrebbe dovuto mettere dei cartelli che segnalassero la presenza del vetro al fine di avvisare i clienti distratti. Il tutto si è poi concluso con un accordo tra le due parti. Questa volta, invece, sarebbe il caso di tralasciare l’estetica dell’edificio a favore della sicurezza dei dipendenti. Non trovate?


Fai click per commentare
Vai su