Anonymous: shock sulla morte della Principessa Diana

anonymous diana

Ha dell’incredibile quello che è accaduto questa notte sulla piattaforma Twitter.

Il noto gruppo hacker Anonymous ha divulgato sul Social Network alcuni documenti che potrebbero finalmente fare luce sulla morte della Principessa Diana.

Lady Diana uccisa per ordine della Famiglia Reale: la teoria degli Anonymous che fa rabbrividire

Per gli Anonymous la Principessa Diana non è morta a causa di un tragico incidente, ma è stata assassinata. Una rivelazione shock che potrebbe cambiare radicalmente la storia inglese e non solo.

Il gruppo di attivisti ha divulgato su Twitter alcuni documenti che sembrerebbero collegare i membri della famiglia reale (e non solo) alla rete di traffico e stupro di bambini che vedeva coinvolto Jeffrey Epstein, l’uomo d’affari che fu arrestato per abusi sessuali e traffico internazionale di minori e fu trovato morto nel 2019 in un carcere di New York.

In particolare gli hacker, dopo l’episodio della morte dell’afroamericano George Floyd, hanno deciso di mostrare al mondo i crimini che sono stati commessi dai “poteri forti”, pubblicando il Black Book di Jeffrey Epstein, la lista nera delle persone incluse nella rete di abusi sessuali.

Nella lista ci sono tantissimi nomi, tra cui Donald Trump, il presidente degli Stati Uniti, e alcuni membri della famiglia reale britannica.

E proprio da qui deriverebbe la teoria che, secondo gli Anonymous, Lady D sarebbe stata uccida per ordine della Royal Family perché venuta a conoscenza del coinvolgimento di alcuni membri nei traffici sessuali di Epstein.

Non ci sono prove certe di quanto affermato dagli Anonymous, quindi si trattano di semplici teorie, ma su Twitter è possibile trovare alcuni di questi documenti ancora in circolazione, anche se sembrerebbe che la piattaforma stia eliminando i post.