Cina: ecco gli animali mangiati vivi | FOTO

In Cina è risaputo che la popolazione, per svariati motivi come la carenza di cibo per la sovrappopolazione, motivi religiosi e quant’altro, mangia di tutto e proprio per questo forse il Coronavirus è stato trasmesso all’uomo tramite la carne di un animale esotico.

Noi di Phonetoday.it abbiamo fatto la lista degli animali più strani mangiati dai cinesi. Tutti questi “piatti” sono preparati con animali VIVI.

Ostriche
Ostriche

Ostriche

Anche se non sono un vero piatto tipico cinese, le ostriche sono i molluschi che più comunemente vengono consumati vivi, anche nei nostri paesi. Hanno anche la particolarità di essere considerate più prelibate se mangiate direttamente dalla conchiglia, poiché più fresche.

Gamberetti ubriachi
Gamberetti ubriachi

Gamberetti Ubriachi

Un altro piatto tradizionale cinese è lo Zui Xia, ovvero “Gamberetti Ubriachi” che vengono consumati crudi e vivi. La particolarità di questo piatto è che può essere anche trovato al di fuori dalla Cina, in particolare negli Stati Uniti. Avete capito bene, anche nel nuovo continente è possibile trovare i Gamberetti Ubriachi.

Questo piatto viene preparato prendendo i gamberi d’acqua dolce e immergendoli in una bevanda alcolica, di solito bàijiù, che è un liquore distillato dalla fermentazione del sorgo. In questo modo i crostacei più attivi cercano di uscire dalla ciotola per salvarsi e quindi i consumatori devono catturarli. Essendo i gamberi intossicati dall’alcol, sono più facili da mangiare, però muoiono solo dopo essere stati masticati.

Vi sono diverse varianti modificate di questa ricetta in diverse parti della Cina. Questo piatto è piuttosto costoso, perché, per servire i gamberetti vivi, il piatto deve essere preparato rapidamente e questo richiede che lo chef sia abbastanza abile.

Pesce fritto vivo
Pesce fritto vivo

Pesce fritto ancora vivo

Un altro piatto, che personalmente definisco raccapricciante per come viene preparato, è il pesce fritto vivo. Sostanzialmente il pesce ancora vivo viene messo nella padella e fritto, facendo però attenzione a non friggere la testa. In questo modo viene servito sui piatti con la testa che ancora si muove, mentre il corpo è chiaramente cotto e pronto ad essere consumato.

La preparazione è molto veloce e in particolare si fa attenzione a non danneggiare gli organi interni; così facendo il pesce può rimanere vivo per altri 30 minuti. Viene servito con salsa agrodolce cosparsa sul corpo. Uno dei motivi che ha reso questo piatto popolare è il fatto che i ristoranti possono vantarsi della freschezza del pesce.

Preparazione serpente
Preparazione serpente

Serpente

Lo chef taglia la testa nel mondo più veloce possibile, lo spella ed eviscera in modo da eliminare le impurità dal corpo del serpente. Infine taglia la carne a fette e serve il tutto crudo.

Purtroppo questa pratica è molto comune tra i contadini cinesi senza l’ausilio di un cuoco specializzato. Questo, come è facile immaginare, può comportare anche dei rischi per la salute dell’uomo.

Asino
Asino

Asino

In genere non dovremmo rimanere troppo sconvolti quando si parla di consumare la carne di asino, in quanto anche in Europa si fa frequente uso di carne di cavallo, che d’altronde è anche ritenuto un piatto davvero pregiato.

La particolarità è che in Cina la procedura per macellare l’animale è davvero cruenta. All’animale vengono legate le zampe ed il suo corpo premuto a terra. Mentre l’asino si dimena viene squarciato e la sua carne cruda tagliata e servita immediatamente ai clienti.

Anche se è un piatto vietato, alcuni media hanno riferito che si possono trovare bancarelle di ambulanti che offrono carne d’asino cruda e viva.

Statua rappresentativa
Statua rappresentativa

Cervello di scimmia

Questo piatto è considerato uno dei più prelibati in tutto il mondo orientale, fino agli anni 80/90 era davvero semplice procurarsene uno, poi però è stato messo al bando sia per motivi igenici sia per motivi “umanitari”.

La preparazione del cervello di scimmia è tanto semplice quanto cruenta e barbara: si prende una scimmia, gli si mette una sorta di cappello di legno forato al centro (dove esce solo la parte superiore della testa), si apre il cranio e si inizia a mangiare il cervello del povero animale.

Il tutto naturalmente con la scimmia ancora viva e cosciente. Ad oggi è un piatto vietato per i motivi visti sopra ma in alcuni paesi è ancora, purtroppo, in voga.

Topolini mangiati vivi
Topolini mangiati vivi

Topolini appena nati

E’ molto probabile che nel corso di questi anni vi siate imbattuti in un video su Facebook o YouTube in cui una persona munita di bacchette prendeva dei teneri topolini, li immergeva in una salsa e li mangiava tranquillamente.

Ecco, non si tratta di una folle challenge ma di un piatto molto noto all’interno della Cina e non solo. Esso viene anche chiamato “i piccoli dai tre squittii“, in quanto emettono il primo squittio quando vengono presi con le bacchette, il secondo squittio quando vengono intinti nella salsa e il terzo (ed ultimo) squittio quando vengono addentati.

Altri animali mangiati in Cina

I piatti sopra elencati sono tra i più famosi e conosciuti, ma è risaputo che in Cina il consumo di qualsiasi tipo di animale è molto frequente. Si pensi ai cani e gatti, ma anche rane, serpenti e pipistrelli.

Purtroppo i rischi sanitari collegati al consumo di animali selvatici e non controllati è molto elevato e, stando a quanto emerso da alcune ricerche, queste “tradizioni” potrebbero essere la causa che ha scaturito la pandemia da Covid-19.