Come aggiornare il BIOS di una nuova scheda madre

Gli aggiornamenti sono uno stile di vita per molti aspetti dell’informatica. Puoi aspettarti di vedere aggiornamenti con software, sistemi operativi e persino il BIOS per la scheda madre del tuo sistema.

L’esecuzione effettiva degli aggiornamenti può essere un compito semplice. Nella maggior parte dei casi, si tratta solo di approvare l’aggiornamento e lasciare che faccia il suo corso.

Questo processo, ovviamente, è completamente diverso quando si aggiorna il BIOS per la scheda madre. Quindi, con questo in mente, come si aggiorna effettivamente il BIOS di una nuova scheda madre?

Per i principianti nel mondo dell’informatica, questo può essere un compito piuttosto arduo.

I produttori di schede madri sottolineano rapidamente il rischio di danni, ma con il giusto tipo di conoscenza dovresti essere in buone mani. Diamo un’occhiata più da vicino a come aggiornare il BIOS della scheda madre.

Cos’è il BIOS?

Il BIOS della scheda madre è il metodo di base con cui comunicano tutti i componenti collegati. Una scheda madre ospita la CPU, la RAM, la scheda di interfaccia di rete e qualsiasi periferica aggiuntiva.

Mentre il sistema operativo gestirà la funzione della maggior parte di questi, il sistema stesso ha bisogno di un modo per comunicare tra dispositivi a basso livello.

BIOS è l’abbreviazione di Basic Input/Output System e gestisce le funzioni di base del computer e il suo ciclo di avvio.

Una volta che tutti i componenti sono stati portati online, l’elaborazione effettiva viene gestita dal sistema operativo caricato su un disco rigido o un’unità a stato solido.

La scheda madre è il circuito stampato principale, contenente la CPU, la RAM, la scheda di interfaccia di rete e altro ancora.

Perché dovrei aggiornare il mio BIOS?

Sebbene la maggior parte dei BIOS sia dotata di firmware precaricato, ci sono alcune occasioni in cui potresti volerlo aggiornare. Un esempio più recente che porta la compatibilità a una CPU per la scheda madre.

Le CPU AMD Ryzen utilizzano lo stesso socket della CPU da diversi anni, ma l’utilizzo di una scheda madre più vecchia potrebbe non essere sempre compatibile con la CPU più recente. In questo caso, dovresti aggiornare il BIOS per sfruttare il tuo nuovo hardware.

L’aggiornamento del BIOS può anche portare con sé correzioni di stabilità.

È un evento raro, ma a volte anche il BIOS può avere bug che ostacolano le prestazioni del tuo sistema. In questo caso, un hotfix o un aggiornamento per il BIOS dovrebbe realisticamente risolvere qualsiasi problema tu possa avere.

In generale, l’aggiornamento del BIOS porta con sé lo stesso tipo di vantaggi che ci si potrebbe aspettare dall’aggiornamento di un’app o del sistema operativo. Può offrire nuove funzionalità, stabilità e compatibilità per nuovo hardware o accessori.

Come aggiornare il BIOS

Come ci si potrebbe aspettare, l’aggiornamento del BIOS per la scheda madre può essere un processo leggermente più complesso rispetto ad altri aggiornamenti.

Poiché si tratta di un componente hardware critico che viene aggiornato, ci sono alcuni passaggi da eseguire quando si applica effettivamente l’aggiornamento.

Questo non è in alcun modo il metodo definitivo per aggiornare il BIOS, ma ci sono alcuni passaggi comuni sia per applicare il passaggio che per verificare la funzionalità dopo il processo.

Controllo della versione

Prima di applicare un aggiornamento, dovrai controllare la versione del tuo attuale BIOS.

Alcuni produttori di hardware non dispongono di patch cumulative, il che significa che potrebbe essere necessario un ordine di aggiornamento specifico per portare il BIOS al firmware più recente. Esistono due metodi per verificare la versione attuale del BIOS.

Il primo metodo consiste nel riavviare il computer e utilizzare il tasto di scelta rapida necessario per accedere al menu BIOS/UEFI.

Questo può variare a seconda del produttore, ma dovrebbe esserci un pannello informativo che fornisce tutte le informazioni pertinenti per il tuo BIOS. Di solito qui troverai la versione corrente del BIOS.

Un altro metodo viene eseguito tramite Windows. Questo può differire tra le diverse versioni di Windows, poiché le cose sono sempre soggette a cambiamenti dalle versioni separate del sistema operativo.

Di solito è possibile trovare la versione corrente del BIOS tramite il pannello delle informazioni di sistema. È possibile accedervi in ​​​​Windows 10 e 11 semplicemente digitando “Informazioni di sistema” nella barra di ricerca accanto al menu di avvio.

È possibile individuare la versione corrente del BIOS in Windows accedendo alle informazioni di sistema.

Download dell’aggiornamento

Dovrai scaricare l’aggiornamento dal sito Web del produttore della scheda madre. Questo può differire per ogni produttore e, nel caso di pre-compilati, potrebbe trovarsi nella loro pagina di supporto univoca.

Qualunque sia il caso, fare attenzione a prendere nota di qualsiasi ordine di installazione specificato. Non basta tenerlo a mente, ma anche prendere appunti su quali aggiornamenti è necessario installare e in quale ordine.

Il download dell’aggiornamento è un’operazione semplice e di solito si presenta sotto forma di un archivio compresso. Le istruzioni di installazione per l’aggiornamento del BIOS devono essere contenute nel sito Web o all’interno del file scaricato.

Prendi appunti per questi o stampali, è meglio averlo in una forma concreta per eliminare la possibilità che si verifichino errori.

Formattazione di un’unità flash

Questo potrebbe non essere assolutamente necessario, ma è comunque fortemente raccomandato. Avere un’unità flash pulita e appena formattata renderà l’intero processo più semplice nel suo insieme.

Puoi farlo attraverso qualsiasi mezzo particolare che trovi più adatto a te. Alcuni BIOS potrebbero richiedere una struttura di file specializzata, come exFAT o FAT32, quindi il tipico Windows NTFS non funzionerà per questo scopo.

Aiuta anche perché hai qualcosa dedicato esclusivamente all’aggiornamento del BIOS, quindi ci sono meno possibilità che si verifichino errori fatali.

Backup delle impostazioni

Se stai eseguendo le impostazioni predefinite sul tuo BIOS, questo non è un passaggio cruciale. Se hai un particolare ordine di avvio o impostazioni di overclocking, ti consigliamo di eseguire questo passaggio.

Dopo l’avvio nel BIOS, scatta foto o prendi appunti fisici su particolari impostazioni che desideri conservare.

Gli aggiornamenti del BIOS a volte possono caricare le impostazioni predefinite dopo l’installazione. Non è poi così male se lasci tutto nel suo stato base.

Tuttavia, gli utenti che dispongono di impostazioni specializzate vorranno replicarle di nuovo. Ciò è particolarmente vero per gli overclock, in cui le impostazioni dipendono interamente dai test e dalla configurazione condotti dall’utente.

Aggiornamento tramite Windows

Alcuni produttori di schede madri supportano l’installazione diretta di un aggiornamento tramite il sistema operativo Windows. Questa non è in genere la norma, ma riduce la possibilità di errori.

Per eseguire un’installazione dell’aggiornamento del BIOS tramite Windows, assicurati di leggere il processo. Alcuni produttori forniranno utilità di servizio in cui è possibile caricare l’aggiornamento ed eseguire l’installazione.

Dopo questo, potrebbe essere semplice come riavviare il PC per applicare l’aggiornamento. Questo metodo non è sempre infallibile e si basa in gran parte sull’aggiornamento regolare dell’utilità di Windows per essere efficace.

Aggiornamento tramite Boot

L’aggiornamento attraverso l’avvio è il metodo più comune per aggiornare il BIOS. Si tratta di un processo relativamente semplice, ma con alcuni requisiti.

È necessario disporre di un supporto di installazione con la struttura di file appropriata, che dovrebbe essere già stata formattata con l’unità flash. È necessario puntare il BIOS al file di aggiornamento effettivo, che può variare a seconda dei requisiti del produttore.

Assicurati di seguire scrupolosamente le istruzioni di installazione sopra citate e di non compromettere nulla, come l’alimentazione affidabile del PC, durante il processo di aggiornamento.

Se tutto va bene, dovrebbe essere richiesto il riavvio e il nuovo BIOS dovrebbe essere installato.

Prima di concludere

L’aggiornamento del BIOS non è un processo difficile. È sicuramente complicato e ci sono molti modi in cui un utente disattento può compromettere il proprio sistema.

Detto questo, se segui i passaggi descritti in questa guida, oltre a prendere nota di eventuali considerazioni speciali sull’installazione da parte del produttore della tua scheda madre, dovrebbe funzionare senza intoppi.

Se sei preoccupato di compromettere potenzialmente il tuo PC, un’altra alternativa è portarlo da uno specialista che si occupa di IT.

Ottieni una piccola garanzia in più per quanto riguarda la funzionalità del sistema e un professionista qualificato può essere una salvaguardia contro eventuali errori potenziali.

Domande frequenti

Se il mio sistema funziona correttamente, devo aggiornare il mio BIOS?

Se sei soddisfatto della stabilità del tuo sistema, non c’è motivo di aggiornare il tuo BIOS.

L’aggiornamento del BIOS può bloccare il mio sistema?

Se il tuo sistema perde potenza, allora questo è un rischio molto reale. Detto questo, non è consigliabile provare ad aggiornare il BIOS durante condizioni meteorologiche avverse o cali di tensione.

BIOS e UEFI sono la stessa cosa?

Tecnicamente no, sono implementazioni diverse. In pratica, tuttavia, sono funzionalmente la stessa cosa.

Un aggiornamento del BIOS aiuterà con la mia scheda grafica?

Se c’è una sorta di problema di fondo con il BIOS e le corsie PCI-E, forse.

L’aggiornamento del BIOS invalida la garanzia della mia scheda madre?

Se stai usando patch non ufficiali, forse. Gli aggiornamenti del BIOS sono forniti dal produttore della scheda madre e pertanto non rappresentano una minaccia per la garanzia.

Torna in alto