Notizie

Gli adolescenti dormono sempre meno: la colpa è degli smartphone

Gli adolescenti dormono sempre meno, questo secondo alcuni studi che evidenziano come la causa principale del problema sia l’utilizzo intensivo dello smartphone soprattutto nelle ore serali. Tale utilizzo è molto rischioso per la nostra salute, dato che durante le ore notturne il cervello riorganizza gli stimoli ricevuti durante il giorno, passaggio fondamentale per la nostra salute che è molto importante durante gli anni dell’adolescenza.

Studi che hanno coinvolto oltre 100.000mila ragazzi hanno trovato una forte correlazione tra disturbi del sonno e utilizzo di smartphone e social network soprattutto nelle ore serali” ha spiegato il direttore del Dipartimento di Neuroscienza e salute mentale dell’ASST FBF Sacco di Milano, il prof. Claudio Mencacci durante la presentazione del suo ultimo libro.

La mancanza di sonno, oltre all’aumento del livello di stress, agisce anche sulle capacità relazionali dei ragazzi. Inoltre, il sonno viene anche messo a rischio dall’azione della luce blu degli schermi, che interferisce con la produzione della melatonina, ovvero l’ormone che regola il ciclo sonno-veglia.

I genitori sono molto preoccupati dalla possibilità che i ragazzi usino sostanze che danno dipendenza, ma le dipendenze sono comportamentali” ha detto lo psichiatra continuando con “Anzi, sono queste quelle più pericolose perchè sottostimate dagli adulti: il gioco d’azzardo, i videogiochi, la pornografia, i social network possono dare dipendenza, peraltro agendo sugli stessi circuiti neurali su cui agiscono le dipendenze da sostanze“.

Al giorno d’oggi in Italia su circa 8 milioni e 200mila giovani tra i 12 e 25 anni, secondo i dati Istat, il 10% si dichiara insoddisfatto della vita, delle relazioni familiari e di salute. “È a questi 800mila giovani che bisogna prestare attenzione facilitando il riconoscimento ditutti quei tossici che possono favorire l’esordio e il mantenimento di patologie psichiche” ha detto Mencacci.

1 Commento
Vai su