$ 50 milioni per risolvere il disastro della tastiera a farfalla di Apple

Il romanzo per i guasti alle tastiere di MacBook, MacBook Pro e MacBook Air lanciato tra il 2015 e il 2019, aggiunge un nuovo capitolo. Sarà la finale? È che Apple ha proposto di pagare 50 milioni di dollari per risolvere una class action intentata da clienti che hanno subito i ripetuti inconvenienti del meccanismo a farfalla.

Quelli di Cupertino hanno presentato il possibile accordo in un tribunale federale di San Jose, in California, e ora aspettano che venga approvato da un giudice. Tuttavia, Apple insiste sul fatto che le accuse sollevate dai querelanti non sono vere e che l’offerta di risarcimento non è una “ammissione di colpa o illecito”.

Secondo i clienti che hanno citato in giudizio Apple, l’azienda sapeva che le tastiere a farfalla erano soggette a guasti, ma ha deciso di nascondere le informazioni e procedere con la sua implementazione in diverse versioni dei suoi laptop.

Il documento presentato dall’azienda Apple spiega che la proposta di transazione extragiudiziale non è valida per tutti i clienti statunitensi interessati, ma per coloro che risiedono in uno di questi sette stati: California, Florida, Illinois, Michigan, New Jersey, New York e Washington.

Per quanto riguarda i modelli interessati, la compensazione copre quanto segue:

  • MacBook da 12 pollici del 2015, 2016 e 2017.
  • MacBook Air da 13 pollici del 2018 e 2019.
  • MacBook Pro da 13 pollici e 15 pollici introdotto nel 2016, 2017, 2018 e 2019.

Apple vuole porre fine alle polemiche sulle tastiere dei suoi laptop

I 50 milioni di dollari che Apple propone di pagare per porre fine a questa controversia non renderanno ricchi i querelanti. Forse sì ai loro avvocati, ma è qualcosa di cui parleremo più tardi.

Come spiegato da Reuters, i rappresentanti legali dei clienti interessati prevedono pagamenti compresi tra 50 e 395 dollari, a seconda dei casi. I compensi più bassi andrebbero a quelle persone che sono state costrette a cambiare le singole chiavi dei loro laptop.

Mentre i pagamenti massimi verrebbero ricevuti da chi cambiasse la tastiera completa più di una volta, tenendo conto che quelle sostitutive avevano gli stessi problemi. Chi invece avesse sostituito l’intera tastiera una sola volta entrerebbe in una sorta di passaggio intermedio, per il quale potrebbe ricevere circa 125 dollari.

Ma, come avevamo anticipato, se il giudice approvasse la proposta transattiva di Apple, i veri vincitori sarebbero gli avvocati che hanno portato avanti la causa. Le aziende Girard Sharp LLP e Chimicles Schwartz Kriner & Donaldson-Smith LLP potrebbero raccogliere fino a $ 15 milioni per il loro lavoro. Importo che verrebbe fuori dai $ 50 milioni che Apple pagherebbe, il che lascerebbe solo $ 35.000.000 da distribuire tra i clienti interessati.

Bisognerà vedere se l’accordo proposto da quelli di Cupertino riceverà finalmente l’approvazione della giustizia. Non dimentichiamo che Apple ha abbandonato la tastiera a farfalla nel 2020, per far posto al ritorno del sistema a forbice.

Questa modifica è stata estremamente vantaggiosa per l’azienda guidata da Tim Cook. Nel 2020 e nel 2021 le spese di garanzia sono notevolmente diminuite rispetto agli anni precedenti. E si stima che il cambio del tipo di tastiera sia stato fondamentale perché ciò avvenisse, riducendo la probabilità di guasti e la necessità di rimuovere l’intero maiuscolo dei MacBook per sostituirli.

Torna in alto