In 10mila al concerto nonostante il Coronavirus

Nonostante la situazione legata al Coronavirus, oltre 10000 persone hanno preso parte, ammassate, al concerto degli Stereophonics all’Arena di Cardiff, in Inghilterra. Si tratta senza mezzi termini di un qualcosa di scioccante.

Che alcuni Paesi, sopratutto anglosassoni, stiano adottando linee meno rigide nella lotta al Covid-19 è ormai noto, ma riunire senza alcuna distanza (impossibile posizionare le persone a un metro di distanza in questo tipo di concerto) è pura follia e irresponsabilità collettiva.

Non sono mancate infatti le critiche via social a chi ha partecipato come spettatore, a chi ha organizzato l’evento, e alla stessa Band. Speriamo che anche nel resto del mondo, e non solo in Italia, aumenti l’attenzione nel combattere questa battaglia che potrà essere vinta solo e soltanto se tutti daremo il nostro contributo.

L’Italia sta lottando duramente e con ogni mezzo per ridurre le dimensioni del contagio, ma se gli altri Paesi non faranno lo stesso i rischi che il Coronavirus possa ritornare poi da noi attraverso i confini è elevata. Speriamo che la razionalità e il senso di responsabilità possano prevalere sui meri interessi economici anche in una società come quella odierna.