Android

Wiko entra nella top 5 dei produttori di smartphone in Europa Occidentale

Secondo l’ultimo report della ricerca Market Monitor diffuso dalla società Counterpoint, che misura le consegne di smartphone nel secondo trimestre del 2016 in Europa Occidentale, Wiko si colloca tra i primi 5 brand, con una forte crescita rispetto al periodo precedente in mercati importanti quali Francia, Italia e Spagna.

Nato 5 anni fa a Marsiglia, diventando in poco tempo il brand più dinamico del mercato Europeo, Wiko da subito si è imposto come il secondo player in Francia e attualmente è il secondo marchio di smartphone più venduto anche in Portogallo, il quarto in Italia e tra i primi cinque in Spagna e Belgio, con l’obiettivo di essere tra i top 5 al mondo entro il 2020.

“Siamo chiaramente molto orgogliosi di aver raggiunto questo risultato in Europa. Questo successo è stato reso possibile dal lavoro dei nostri team a livello globale – Commerciale, Marketing, Design, R&D, Logistica – e come conseguenza di un approccio che mette l’utente al centro delle nostre attività, che siano di comunicazione o di sviluppo prodotto, al fine di essere realmente vicini al consumatore finale. A seguito dei brillanti risultati ottenuti nell’open market, ora con il nostro ingresso nel mercato degli operatori e lo sviluppo di nuove categorie merceologiche, tra cui il nostro primo wearable, vogliamo cementare la nostra presenza come protagonisti della telefonia mobile e continuare la nostra espansione internazionale.”

Quanto all’Italia, hub dell’area submediterranea dell’Europa – che comprende anche la Svizzera, tutta la Regione Adriatica, Malta, Grecia e Cipro – Wiko è il primo brand nella fascia entry level e ha ottenuto ad oggi il terzo posto del podio nell’open market, dove registra oltre il 10% degli smartphone attualmente venduti.

La strategia di prodotto di Wiko segue da sempre le ultime innovazioni e trend, proponendo una tecnologia utile a un prezzo accessibile, con uno stile unico dal gusto europeo. Con 500 dipendenti a livello globale, Wiko è riuscita a sviluppare più di 30 mercati con un piano distributivo efficace, un marketing innovativo e prodotti distintivi, come ad esempio Highway Pure, uno dei più sottili smartphone al mondo; Fever, il primo smartphone con inserti fosforescenti e l’ultima novità, la famiglia Ufeel, che ha introdotto il sensore per il riconoscimento d’impronta selettivo sotto i € 200.

Con un’ampia gamma di prodotti che si sviluppa da € 59 a € 300, Wiko incontra le esigenze di ogni tipologia di utente. Esempi di come il mercato continua a premiare l’azienda sono le 3 generazioni di Lenny e la costante presenza dei suoi modelli tra i top 20 best seller. Voi cosa ne pensate di Wiko e dei suoi prodotti? Fatecelo sapere con un commento!

Commenti
Vai su