Android

Play Store: terra fertile per molti software dannosi

android-malware

Gli Store dei sistemi operativi mobili più conosciuti contengono tantissime applicazioni, diversi milioni, e come ben sappiamo prima di essere pubblicate, e perciò prima di poter essere scaricate dagli utenti, devono essere controllate da chi di dovere.

Google, Apple e Microsoft bloccano e rimuovono ogni giorno centinaia di apps ma purtroppo il loro lavoro non è impeccabile, pertanto non è da escludere il fatto di avere a nostra insaputa dei software dannosi sul proprio smartphone.

Proprio di questi giorni è la notizia che ESET, casa produttrice di software meglio conosciuta per aver dato vita al celebre antivirus NOD32, ha scoperto che due giochi per Android sono stati hackerati da alcuni malintenzionati.

Le applicazioni in questione sono Cowboy Adventure e Jump Chess e, stando alle informazioni rilasciate dalla compagnia americana, hanno infettato un numero di utenti compreso tra le 500.000 ed il milione.

I ricercatori sono stati in grado di rilevare dei software dannosi all’interno dei due videogame. Attraverso un particolare algoritmo entrambi mostravano un finto popup di accesso a Facebook, il quale si occupava di memorizzare ed inviare le credenziali rubate ad un particolare server.

Google ha prontamente rimosso da Play Store sia Cowboy Adventure che Jump Chess ma, come si dice in molte occasioni, oramai il danno è stato fatto. Voi utilizzavate questi giochi? Vi è mai capitato di scaricare dei software dannosi senza esserene a conoscenza?

Via

Commenti
Vai su