Curiosità

Gli smartphone come le sigarette, è difficile liberarsene

dipendenza-smartphone

Il tempo che trascorriamo ad utilizzare i nostri smartphone è davvero molto, fin troppo! Lo constata la Bank of America che in una delle sue ultime ricerche ha registrato un forte aumento di questo tipo di dipendenza, se così si può chiamare.

Ciò che emerge dallo studio è che facciamo fatica a staccarci dal nostro cellulare, soprattutto a causa dell’utilizzo dei vari social network e dei servizi di messaggistica come WhatsApp ad esempio, il che può comportare dei problemi sociali ma anche fisici.

Il secondo report sulla Mobility ci fa sapere che coloro che fanno un uso errato dello smartphone sono aumentati del 59% in tutto il mondo: a confermarlo è il 71% degli intervistati statunitensi, i quali hanno persino dichiarato che la maggior parte delle volte si addormentano in compagnia del proprio device mobile.

E poi abbiamo i cosiddetti “Regular Users” e “Super Users”; i primi sono quelli che utilizzano le applicazioni scaricate da 1 a 16 volte al giorno di cui si possono contare ben 985 milioni di persone, i secondi, che le usano da 16 a 60 volte al giorno, ammontano a 590 milioni.

A superare tutti ci pensano i “Mobile Addicts”, colore che aprono le apps più di 60 volte al giorno, che sono aumentati del 59%, passando così da 176 milioni a 280 milioni.

Come possiamo ben notare da questi dati ormai lo smartphone è diventato una vera e propria dipendenza e non più un passatempo come lo poteva essere fino qualche tempo fa. La cosa migliore da fare sarebbe moderarsi e ridurre le ore trascorse attaccati allo schermo per prevenire i rischi che ne dipenderebbero.

Vi ritrovate nello studio effettuato dalla Bank of America? Quante ore al giorno utilizzate il vostro telefono?

Via

Commenti
Vai su