Curiosità

Nessuno smartwatch è sicuro! Attenti ai dati sensibili

Gli smartwatch sono poco sicuri ed i nostri dati sono in pericolo, è quanto affermato da un recente rapporto di HP Security. Gli indossabili stanno diventando sempre più diffusi, sono belli, funzionali ed alla moda; ma sono anche pieni dei nostri dati personali, di informazioni sulla nostra salute e possibilmente dei nostri dati di pagamento (visto la diffusione di pagamenti con metodo contactless).

Tutto questo li rende vulnerabili e facile preda degli hacker. E’ proprio la vulnerabilità di questi dispositivi che preoccupa maggiormente, infatti il rapporto HP Security ha trovato “vulnerabilità significative” nel 100% degli smartwatch testati.

Gli smartwatch sottoposti al test sono stati proprio i 10 modelli più venduti del momento.

Il rapporto spiega come col passare del tempo e con la diffusione sempre crescente di smartwatch, anche le informazioni sensibili in essi conservati aumenteranno e questo apre la strada a nuove minacce e rende critico che si prendano precauzioni nella trasmissione dei dati personali o quando ci si connette a network aziendali” afferma, il general manager di HP Security, Jason Schmitt.

Le principali debolezze riguardano: la mancata cifratura dei dati inviati, l’assenza di un blocco dopo aver tentato svariate volte di inserire una password errata, ed addirittura (in 2 degli smartwatch testati) è possibile accoppiare il dispositivo allo smartphone senza nemmeno il bisogno di inserire una password, questo significa che se il dispositivo viene rubato ci sarà comunque modo di accedere a tutti i dati personali del possessore.

Va ricordato però che bastano pochi accorgimenti per limitare queste vulnerabilità. Ad esempio:

  • utilizzare password complesse
  • abilitare (quando possibile) il blocco del device dopo pochi tentativi di password errata inserita
  • utilizzare solo app che garantiscono una buona sicurezza.

Via

Commenti
Vai su