Android

Samsung blocca la vendita e richiama tutti i Galaxy Note 7, esplodono!

galaxy-note-7-esplosione

Negli ultimi giorni, diverse testimonianze sostenute da prove fotografiche si sono fatte strada online, mostrando esemplari di Galaxy Note 7 – l’ultimo phablet di casa Samsung – devastati da una violenta combustione a seguito di una esplosione della batteria. Tra scetticismi diffusi e smentite iniziali da parte degli utenti che ritengono difetti simili “comuni” nell’elettronica di consumo che attualmente predilige le soluzioni al litio, la questione è andata sfumando fino all’arrivo di un rumor ben preciso: Samsung stava investigando e pensando al blocco della produzione intera.

Il comunicato ufficiale è arrivato, e l’azienda coreana ha confermato il problema e annunciato il blocco della produzione e il richiamo delle unità finora vendute. Secondo il comunicato, i casi di esplosione della batteria ammontano a ben 35 nei primi giorni di vendita. Samsung non ha perso tempo e ha avviato le verifiche presso i fornitori, constatando l’entità dell’anomalia.

Un richiamo di questa portata potrebbe essere molto dannoso per l’azienda dal punto di vista finanziario, soprattutto in questo periodo dell’anno: mancano infatti pochi giorni alla presentazione ufficiale di iPhone 7 da parte di Apple, senza ombra di dubbio il diretto concorrente di Galaxy (anche se Note 7 ha saputo, nel tempo, ritagliarsi una nicchia di mercato ben precisa grazie alle sue funzionalità esclusive derivanti da S-Pen).

Samsung è consapevole del rischio ma è comunque intenzionata ad andare avanti per “garantire la massima qualità possibile per il cliente”, afferma nel comunicato. Se avete già ricevuto un Galaxy Note 7, tenetevi pronti a restituirlo entro le prossime settimane. Chi ha effettuato il pre-ordine, invece, dovrà attendere più del previsto.

Commenti
Vai su