Apple

Come saranno i nuovi iPhone 7 e 7 Plus? Ve lo diciamo noi!

I due prossimi top di gamma di casa Apple, denominati iPhone 7 e iPhone 7 Plus, saranno ufficialmente svelati il 7 settembre. Come ogni anno, le indiscrezioni sono in continuo fermento e ci consentono di conoscere in anticipo – pur parzialmente e con il dovuto beneficio del dubbio – i successori di iPhone 6s e 6s Plus.

Design

Apple non sembra intenzionata a stravolgere il design del suo dispositivo, quest’anno. iPhone 7, infatti, potrebbe somigliare al suo predecessore più di quanto si possa immaginare. I principali cambiamenti estetici dovrebbero riguardare le bande di plastica sul retro (pesantemente ridimensionate), la fotocamera posteriore, la superficie inferiore del dispositivo (che potrebbe ospitare un secondo altoparlante) e la collocazione dei sensori frontali. Anche le colorazioni potrebbero variare, con un’inedita variante scura simile alla “Nero e Ardesia” di iPhone 5.

SoC e componenti

Come ogni anno, il nuovo iPhone integrerà un nuovo chip progettato dall’azienda californiana, che con tutta probabilità prenderà il nome di Apple A10. Pare che la compagnia abbia optato per una soluzione con processo produttivo a 14 nm, e sappiamo che TSMC sarà l’unico fornitore a discapito di Samsung. Il nuovo SoC dovrebbe integrare una CPU più potente del 25% circa e dovrebbe meno energivoro di Apple A9. Integrerà, inoltre, il nuovo coprocessore di movimento M10.

Per quanto riguarda le altre componenti, Apple opterà probabilmente per il chip di rete Intel 7360 LTE (Cat 10) da 29 bande e 450 Mbps. In alternativa, il Qualcomm X12 (LTE Cat 12) potrebbe essere un ottimo candidato. Si vocifera anche di un miglioramento alla schermatura EMI e al package interno delle componenti, sfruttando la tecnologia Fan Out per alcune di esse, al fine di ridurre le interferenze e la dimensione degli elementi.

Display

Dopo aver sperimentato l’inedita tecnologia True Tone e l’ampia gamma di colori DCI-P3 sull’eccelso display di iPad Pro, Apple potrebbe portare tutto ciò anche su iPhone. Si vocifera anche di altri miglioramenti, tra cui una sostanziale riduzione dei riflessi su schermo. Non è chiaro se l’azienda abbia intenzione di incrementare la risoluzione, che potrebbe restare di 750p sul modello da 4,7 pollici e di 1242p sul modello da 5,5 pollici, secondo gli schemi Retina e Retina HD.

Fotocamera

Sembra ormai certo che il modello più piccolo integrerà una fotocamera a sensore singolo più ampio con apertura maggiore, per migliorare le foto scattate in condizioni di scarsa illuminazione, e stabilizzazione ottica dell’immagine. Sul “fratello maggiore” farà invece la sua comparsa una fotocamera a doppio sensore, che sfrutterà la tecnologia della startup LinX acquisita da Apple nel 2014. Tra i vantaggi, un plausibile zoom ottico 2/3 x, implementato attraverso due lenti con differenti distanze focali, miglioramenti ai colori, maggiori dettagli e riduzione del rumore. Non è da escludersi anche una mappatura tridimensionale degli oggetti.

Addio jack da 3,5 mm

Apple sembra intenzionata a rimuovere l’ingresso jack da 3,5 mm per completare il processo di transizione dall’analogico al digitale in ambito audio. Eventuali nuove cuffie compatibili (wireless o Lightning) sarebbero incluse nella confezione. L’ingresso potrebbe essere sostituito da un secondo altoparlante.

Autonomia

Questo punto renderà felici tutti colori che hanno intenzione di acquistare iPhone 7. Sembra proprio che i miglioramenti in termini di autonomia saranno rilevanti. Il modello da 4,7 pollici potrebbe passare da una batteria da 1705 mAh ad una da 1960 mAh, quello da 5,5″ da 2750 a 2910 mAh. La maggiore capienza ed un hardware complessivamente meno dispendioso potrebbero apportare miglioramenti superiori al 20%.

Smart Connector

Secondo alcune voci, la compagnia californiana sarebbe intenzionata a portare lo Smart Connector di iPad Pro sul modello da 5,5 pollici. Non è facile prevedere per cosa potrebbe essere usato su iPhone, ma la sua utilità potrebbe essere tutt’altro che superflua se supportato a dovere da casa madre e aziende di terze parti.

Tasto Home con Force Touch

L’iconico tasto Home, rivisitato nel 2013 a causa della introduzione del sensore biometrico Touch ID, potrebbe subire uno stravolgimento ulteriore. Similmente a quanto accaduto su MacBook, infatti, pare che Apple voglia eliminare il tasto fisico in favore di un tasto Force Touch sensibile al tocco, completo di interazioni tramite pressione e risposta con feedback aptico. L’utente continuerebbe a sentire sensorialmente un click, ma in realtà il tasto rimarrebbe immobile.

Impermeabilità

Secondo insistenti voci di corridoio, il nuovo iPhone 7 potrebbe avere una maggiore (se non totale) resistenza a liquidi e polvere con certificazione IPX7. I predecessori, attualmente, resistono bene ad entrambi grazie ad alcune scelte ingegneristiche mirate, segno che Apple abbia sperimentato la cosa e potrebbe dunque essere interessata ad applicare una impermeabilità completa con certificazione ufficiale.

Memoria di massa

È ormai certo che l’azienda abbandonerà il taglio da 16 GB per iPhone 7 e 7 Plus, passando a varianti da 32, 128 e ben 256 GB di memoria integrata.

Prezzo

I prezzi rimarranno quasi certamente invariati. iPhone 7 da 32 GB avrà un listino di 649 dollari nel mercato originario e di 779 euro in quello nostrano. È probabile aspettarsi uno street-price di circa 649 euro entro un mese dal debutto in Italia. Non è da escludersi, addirittura, una leggera flessione, sulla scia delle decisioni manageriali prese per iPhone SE. In una simile prospettiva, il modello da 32 GB potrebbe costare 599 dollari negli Stati Uniti e 749 euro in Italia.

Commenti
Vai su