Apple

Apple Watch 2 avrà alcune novità, forse non quelle che aspettavate

Inizia a crescere l’attesa per Apple Watch 2, nelle ultime settimane sono stati molti i rumors circolati in rete riguardanti le possibili caratteristiche che avrà il nuovo smartwatch di Apple. Proviamo perciò a fare un po’ di chiarezza per capire come potrebbe essere la prossima generazione di questo orologio intelligente.

Stando alle indiscrezioni rilasciate dall’analista della KGI Securities Ming-Chi Kuo, è possibile che l’azienda di Cupertino presenterà una nuova versione dello smartwatch durante il keynote di apertura del WWDC 2016. Il nuovo modello però, pur chiamandosi Apple Watch 2, sarà una sorta di versione “S” riveduta e corretta dell’Apple Watch di prima generazione.

L’update non dovrebbe portare novità sostanziali, limitandosi a piccoli miglioramenti hardware, in particolar modo dedicati a processore e durata della batteria. Il design invece dovrebbe rimanere uguale a quello del modello attuale, ed inoltre non mancheranno anche novità nel software, con la nuova versione di watchOS.

Altre indiscrezioni provenienti da MacRumors sostengono che Apple Watch 2 potrebbe arrivare anche in versione “Cellular”, quindi con supporto alla rete cellulare. In questa maniera lo smartwatch potrebbe collegarsi ad internet anche senza il supporto di un iPhone abbinato, a patto però che l’utente sottoscriva un abbonamento dati dedicato all’orologio.

Uno dei più grandi limiti dell’Apple Watch attuale è proprio la grande dipendenza dall’iPhone che ostacola di fatto molte funzioni, come l’installazione di app, l’aggiornamento del software o il collegamento ad internet. Apple quindi dovrà lavorare molto su questo aspetto per rendere il suo smartwatch sempre più indipendente dall’iPhone.

Grandi novità per l’Apple Watch dovrebbero arrivare invece nel 2017, quando la mela morsicata presenterà una versione dello smartwatch ricca di nuove caratteristiche. Si parla di numerosi cambiamenti, a partire innanzitutto dal design che avrà un profilo più sottile rispetto alle prime due generazioni.

Altre caratteristiche moto probabili saranno sensibili miglioramenti alla componentistica hardware e l’aggiunta di una fotocamera FaceTime dedicata alla registrazione di foto, video e all’utilizzo delle videochiamate.

Da tutte le informazioni raccolte sembra che l’azienda californiana voglia adottare anche con Apple Watch una strategia di rilascio simile a quella utilizzata per gli iPhone. Un modello con design e caratteristiche rinnovate ogni due anni, intervallato da versioni intermedie dedicate a miglioramenti minori e che mantengano lo stesso design, proprio come dovrebbe accadere con la prossima generazione.

Non resta quindi che aspettare il 13 giugno, giorno di inizio del WWDC 2016, quando potrebbe essere presentato Apple Watch 2. Altri rumors però sostengono che questo nuovo modello possa essere annunciato solo a settembre, insieme al nuovo iPhone 7, di conseguenza la presentazione a giugno non è affatto certa.

Va ricordato che la prima generazione di Apple Watch venne annunciata a settembre 2014 insieme ad iPhone 6. Successivamente a marzo 2015 venne presentato in maniera ufficiale per poi essere disponibile all’acquisto nei primi Paesi durante il mese di aprile, mentre in Italia arrivò solamente a giugno 2015. Voi cosa vi aspettate dalla prossima versione di questo smartwatch?

Commenti
Vai su