Curiosità

L’addio al roaming è vicino, dal 30 aprile nuovo taglio ai costi

roaming

Il Parlamento Europeo ha approvato l’abolizione dei costi di roaming a partire da giugno 2017. Questo provvedimento arriva in seguito all’accordo raggiunto la scorsa estate da Commissione, Parlamento e Consiglio Ue, in cui si è deciso di stabilire un periodo di transizione che parte tra qualche giorno con l’introduzione dell’Eurotariffa e terminerà il prossimo anno.

Finalmente vedremo la fine degli assurdi prezzi che eravamo costretti a pagare per utilizzare lo smartphone all’estero. A partire dal 15 giugno 2017 infatti, si potranno utilizzare i dispositivi mobili in qualsiasi Paese europeo sfruttando le tariffe e gli abbonamenti del proprio Paese di origine per chiamate, messaggi e dati.

Già da domani sabato 30 aprile saranno introdotte delle grandi novità. Il prezzo del roaming subirà infatti un notevole taglio a cui dovranno adeguarsi tutti gli operatori telefonici e dal 1 maggio 2016 verrà introdotta l’Eurotariffa.

L’Eurotariffa consiste in una tariffazione che tutti i gestori telefonici dovranno rispettare e che stabilisce quali sono i costi massimi del roaming nei Paesi europei. Solitamente quando siamo in viaggio, le nostre SIM si appoggiano alle reti degli operatori del luogo in cui ci troviamo, i quali impongono poi delle spese ai nostri gestori per il servizio offerto.

Spese che di conseguenza si riflettono sui consumatori e vanno ad aggravare il nostro conto telefonico. L’Eurotariffa servirà quindi per definire il prezzo massimo che i gestori potranno addebitare ai propri clienti. Dal 1 maggio i costi si riducono notevolmente e gli utenti si ritroveranno a pagare:

  • 5 cent. + IVA = 6.1 centesimi di € al minuto + la tariffa prevista dal piano per le chiamate in uscita;
  • 1 cent. + IVA = 1.22 centesimi di € al minuto per le chiamate in entrata;
  • 2 cent. + IVA = 2.44 centesimi di € + la tariffa prevista dal piano per ogni SMS inviato;
  • 5 cent. + IVA = 6.1 centesimi di € + la tariffa prevista dal piano per ogni MB di internet.

Ovviamente tutto ciò non varrà per i clienti che hanno sottoscritto offerte specifiche o particolari che prevedono tariffe speciali per il roaming in Europa. Voi cosa ne pensate? Siete soddisfatti di questo nuovo taglio ai costi del roaming?

Commenti
Vai su