Curiosità

Una giovane ragazza si suicida in diretta su Periscope

periscope

Qualche giorno fa una giovane ragazza francese ha deciso di togliersi la vita gettandosi sotto un treno e trasmettendo questo orribile gesto in diretta su Periscope. La nota app di proprietà di Twitter, che consente di avviare dirette streaming, è già stata utilizzata in passato per la diffusione di gesti estremi, e ora il social network è sotto accusa.

Come è noto i social network hanno invaso le nostre vite da diversi anni, cambiando le nostre abitudini e spesso usati a sproposito. La voglia di condividere in rete la propria vita, ha spinto il 10 maggio una diciannovenne a gettarsi sotto un treno della Rer C, una delle linee ferroviarie regionali che collega Parigi con la sua periferia, filmando tutto.

La Francia è ancora sotto shock per questo orribile gesto, la ragazza qualche ore prima aveva annunciato sui social network che nel pomeriggio avrebbe fatto qualcosa di particolare in diretta. Quando è iniziato il live streaming su Periscope, seguito da oltre mille utenti, la diciannovenne ha voluto “giustificare” il terribile gesto che avrebbe compiuto di lì a poco motivandolo con un’aggressione sessuale di cui sarebbe stata vittima. Inoltre sembra che abbia anche pronunciato nome e cognome dell’aggressore.

Il giorno successivo la procura di Evry ha aperto un’inchiesta per fare luce su cosa sia realmente accaduto. Stando alle prime informazioni, alcuni dei followers che stavano assistendo al live su Periscope avrebbero capito che la ragazza si trovava nella stazione ferroviaria di Evry e hanno tentato di recarsi lì dove si stava per consumare un vero e proprio suicidio in diretta. Solo un utente avrebbe telefonato alla polizia spiegando che la ragazza non stava bene, purtroppo però le forze dell’ordine sono arrivate troppo tardi.

Lo smartphone della ragazza è stato sequestrato e posto sotto indagine per esaminare i video contenuti al suo interno, poiché non sono più disponibili su Periscope. L’applicazione di proprietà di Twitter memorizza i contenuti solo per 24 ore dalla trasmissione, ma su YouTube sarebbe ancora online un altro video nel quale la ragazza spiegava vagamente quello che aveva intenzione di fare nel pomeriggio.

La polemica su questo tragico caso è molto forte in Francia, e ora ci si interroga su come trovare una soluzione per evitare che questi gesti si ripetano in futuro. Intanto il responsabile di Twitter per l’Europa si è limitato ad affermare che:

Non possiamo fare commenti sui profili individuali.

È assolutamente necessario che Periscope trovi il modo di applicare una sorta di “filtro” alle trasmissioni non idonee ad andare in onda, poiché non è la prima volta che gesti violenti vengono trasmessi usando questa applicazione finita ora nell’occhio del ciclone.

Commenti
Vai su