Curiosità

Project Fi è ufficiale: Google diventa un operatore telefonico

google-project-fi

Era solamente la scorsa settimana quando vi aggiornavamo riguardo alle ultime indiscrezioni di Project Fi, ed oggi possiamo finalmente darvi nuove ed importante notizie, in quanto l’azienda di Mountain View ha ufficializzato il tutto: Google diventa un operatore telefonico!

Il progetto ha l’intento di offrire al cliente la miglior copertura di rete disponibile, ovunque egli si trova. Attraverso l’utilizzo di una nuova tecnologia apposita l’utente si potrà collegare in modo intelligente ad una rete 4G LTE o ad un hotspot Wi-Fi, i quali risultano essere già più di un milione, tutti sicuri e certificati.

Quando ci si sposterà da una rete all’altra non si riscontrerà alcun problema – come lo può essere ad esempio la mancanza temporanea della linea telefonica – in quanto Project Fi è stato sviluppato apposta, e per garantire ciò sarà necessario utilizzare un Nexus 6, unico smartphone al momento supportato.

L’iniziativa sembra abbracciare la strategia della semplicità. Ogni utente avrà un numero di telefono che si troverà nel cloud e, in questo modo, si potrà anche lasciare a casa il proprio smartphone e telefonare e inviare messaggi tramite altri device tenologici come lo possono essere il tablet o il computer.

Per quanto riguarda le tariffe avremo a disposizione un abbonamento base che costerà 20 dollari al mese e permetterà di effettuare chiamate e inviare messaggi in maniera illimitata, utilizzare il tethering Wi-Fi e sfruttare la copertura internazionale in 120 Paesi.

Se poi vorremo aggiungere anche il traffico dati dovremo pagare ulteriori 10 dollari per ogni GB, 10$ per 1GB, 20$ per 2GB, 30$ per 3GB e così via. Molto interessante il fatto che si pagheranno gli effettivi GB utilizzati, pertanto quelli che non verranno sfruttati verranno rimborsati.

Per il momento Project Fi sembra essere una esclusiva degli USA e degli operatori Sprint e T-Mobile. Nonostante questo Google da anche a noi la possibilità di richiedere un invito tramite questo link, perciò non escludiamo il fatto che il progetto possa fare capolino anche in Europa. Voi avete già fatto richiesta per questo servizio?

Via

Commenti
Vai su