Curiosità

Rischia il licenziamento perchè gioca a Pokèmon GO in ufficio

pokemon-go

Uno degli argomenti più trattati e discussi di queste ultime settimane è senza ombra di dubbio Pokèmon GO, il videogioco sviluppato in collaborazione tra Nintendo e Niantic per iOS e Android che è riuscito a far passare in secondo piano tutti i nuovi rumors riguardanti i futuri iPhone 7 e Galaxy Note 7.

Al momento, in Italia, l’applicazione non è ancora disponibile al download in maniera ufficiale, ma in altri Paesi ha già scalato le classifiche del Google Play e dell’Apple Store, facendo segnare diversi milioni di download. Per non parlare dei metodi alternativi per installare il gioco, di cui purtroppo non abbiamo alcun dato.

Grazie all’enorme successo riscosso anni fa, anche tramite il cartone animato e le carte collezionabili, e al quasi impeccabile lavoro svolto da Niantic, Pokèmon GO è un videogioco gradito sia ai più grandi che ai più piccini. Peccato però che in alcuni casi sembra che la situazione sia leggermente sfuggita di mano.

pokemon-go-licenziamento

Quella riportata qui sopra è una lettera di richiamo che un datore di lavoro ha presentato al proprio dipendente alcuni giorni fa. Come potete notare c’è chiaramente scritto:

Ti stiamo pagando per lavorare, non per inseguire personaggi immaginari dei videogiochi col tuo cellulare. Gioca durante la pausa o il pranzo. Altrimenti avrai tutto il tempo per essere disoccupato e “Catch them all”.

Non sappiamo se il lavoratore abbia cambiato le proprie abitudini per conservare il posto di lavoro, ma sicuramente la tentazione di giocare a Pokèmon GO e lanciare una Poké Ball sarà sicuramente molta. Anche voi vi state divertendo col videogioco sviluppato in collaborazione tra Nintendo e Niantic?

Commenti
Vai su