Android

Anche i nuovi Galaxy Note 7 esplodono. Panico a bordo di un aereo!

In this photo released by Indonesian Police, the wreckage of a crashed Lion Air plane sits on the water near the airport in Bali, Indonesia on Saturday, April 13, 2013. The plane carrying more than 100 passengers and crew overshot a runway on the Indonesian resort island of Bali on Saturday and crashed into the sea, injuring nearly two dozen people, officials said. (AP Photo/Indonesian Police)

Samsung non sembra essere in buoni rapporti con la fortuna in questo periodo. Dopo aver messo in atto un massiccio programma di sostituzione dei Galaxy Note 7 difettosi ed aver perso circa 15 miliardi di dollari (oltre ad aver ricevuto un incalcolabile danno d’immagine) c’è un nuovo episodio che rischia di gettar fango ancor di più sull’azienda sudcoreana.

Come riportato dal noto sito theverge.com, sul volo 994 della Southwest Airlines da Louisville a Baltimora, un Galaxy Note 7 ha preso fuoco provocando l’immediata evacuazione del velivolo. Il proprietario, Brian Green, ha dichiarato e provato (tramite certificazione e codice IMEI) che si trattava di un prodotto sostitutivo, cioè sicuro a detta dell’azienda.

Brian racconta di aver spento il telefono con l’80% di carica residua dopo l’avviso del personale di volo che ha richiesto ai passeggeri di non mantenere i Galaxy Note 7 attivi durante il viaggio (avviso ormai diramato da molte compagnie, anche nostrane) ma dopo pochi secondi il prodotto ha iniziato ad emettere un fumo verdastro ed è stato scaraventato a terra dall’uomo. Il corridoio del velivolo ne è uscito carbonizzato.

La risposta di Samsung sulla vicenda è abbastanza sommaria al momento:

“Finché non potremo effettuare verifiche sul dispositivo, non potremo confermare che l’incidente riguardi il nuovo Galaxy Note 7. Stiamo lavorando con le autorità e con la compagnia di volo per recuperare il dispositivo e indagare. Solo allora avremo informazioni da condividere.”

Il Galaxy Note 7 è nelle mani del dipartimento dei vigili del fuoco di Louisville per accertamenti e la US Consumer Product Safety Commission sta ufficialmente investigando. Ci auguriamo che si tratti di un caso isolato, come accaduto in passato sporadicamente anche ad altre aziende, e che i nuovi Galaxy Note 7 non siano realmente affetti da un problema simile.

Commenti
Vai su