Curiosità

Motorola risponde a Jony Ive con una frecciatina sui prezzi

Moto-X

Durante l’intervista al The New Yorker, Jony Ive, Senior Vice President of Design di Apple, ha espresso la propria opinione sulla possibilità di personalizzare il design di un telefono. Secondo quanto affermato da lui, lasciare la libertà del design all’utente sminuisce il lavoro dei designer.

Molti hanno condiviso questa frase, metre molti altri non si sono trovati d’accordo con Jony, e tra questi ultimi teoviamo anche Rick Osterloh, attuale presidente di Motorola Mobility, probabilmente sentitosi chiamato in causa per via del Moto Maker, il sito proposto dalla casa alata per personalizzare il proprio top di gamma, il Moto X, in ogni aspetto.

Secondo Rick, è proprio il cliente finale colui che dovrebbe essere parte integrante del processo di progettazione, e che la visone del futuro da parte dell’azienda vede una scelta ampia di terminali a prezzi accessibili a tutti, al contrario di Apple che ricarica cifre scandalose sui prezzi di vendita dei propri dispositivi.

Insomma, si creano due schieramenti diversi: da una parte troviamo i sostenitori di Apple, convinti che le aziende, finchè riescono a vendere, fanno bene a dilatare esageratamente i prezzi, dall’altra invece troviamo i sostenitori di Motorola, convinti che i prezzi debbano essere accessibili a tutti e che, come l’abito non fa il monaco, il prezzo non indica il vero valore di un prodotto.

Per quale fazione vi schierate voi? Per l’azienda che punta sul marketing di fascia alta, o per quella dei prodotti accessibili? O ancora, per nessuna delle due?

Ricordate comunque che, ultimamente, anche Motorola ha adottato per il proprio top di gamma pezzi non proprio in linea con quanto affermato da Rick Osterloh, ma comunque in riga con i top di gamma offerti dalla concorrenza (se si esclude OnePlus).

Come sempre, ricordate di non mancare di farci conoscere i vostri punti di vista nei commenti!

Via

Commenti
Vai su