Curiosità

Mediatek ha ufficializzato l’Helio X20 chip da 10-core

Helio-X20

Negli ultimi mesi si è molto parlato della linea di prodotti Helio di Mediatek. L’ultimo frutto del lavoro di Mediatek intende dare del filo da torcere alla serie Snapdragon 800 di Qualcomm ed agli Exynos 7 Octa di Samsung.

L’azienda taiwanese, recentemente, aveva iniziato a proporre l’Helio X20 a produttori di telefoni ed alle OEM , quindi molte notizie sono trapelate online ed è per questo che ci siamo già fatti un’idea piuttosto chiara di ciò che ha da offrire questo chip e di come si comporta al confronto con lo Snapdragon 810.

Alcune slide di presentazione mostrano l’impressionante chip guardando ancor più da vicino i vari dettagli che lo caratterizzano e quel che viene fuori è un quadro molto interessante di quello che, per molti aspetti, è una prima mondiale sul fronte mobile.

helio x20 3

Prima di tutto, il SoC X20 è basato su un design unico, big.LITTLE a tre cluster ed ha un numero di core mai visto prima, cioè 10.

Questi includono quattro core ad alta efficienza Cortex A53, con clock a 1.4 GHz (che servono per svolgere i compiti meno impegnativi e ridurre i consumi),  altri quattro core a 2.0GHz (simili ai precedenti ma con maggiore potenza) ed infine ci sono due core A72 di fascia alta, con una frequenza di 2.5 GHz (che svolgono i compiti più impegnativi).

 

Il tutto è unito da un sistema personalizzato di Mediatek chiamato “MediaTek Coherent System Interconnect” (MCSI).

helio x20 1

helio x20 4

La GPU in dotazione è ugualmente interessante, si tratta di una Mali T800, ma, come abbiamo già appreso, il chip utilizzerà una RAM LPDDR3 a 933 MHz.

A questo punto resta soltanto da capire quanto la menoria più lenta, influisca sulle prestazioni generali; ma se ci fidiamo delle valutazioni di Mediatek, siamo di fronte a qualcosa dal potenziale enorme. Inoltre, il nuovo design a tre cluster viene pubblicizzato non solo come più veloce, ma anche come più efficiente per quanto riguarda i consumi.

helio x20 5

I produttori sostengono che l’ Helio X20 consuma il 30% in meno di energia rispetto all’Helio X10  in fase di decodifica di un video e il 40% in meno in fase di codifica.

Tutto questo sembra davvero molto interessante e siamo curiosi di vedere il nuovo chip in azione su una serie di dispositivi nel futuro prossimo. I primi smartphone con a bordo l’Helio X20 dovrebbero arrivare per l’inizio del 2016. Il chip in sé sarà pronto al debutto prima di allora.

Via.

Commenti
Vai su