Apple

La batteria dell’iPhone dura poco? Jony Ive ci spiega perché

apple-store

Quello che è entrato a far parte delle nostre vite, diventando quasi un appendice del nostro corpo è sicuramente lo smartphone. Purtroppo non è tutto oro quello che luccica, poiché fra le tante caratteristiche come design, ergonomia, software ed altro c’è un aspetto negativo: la batteria.

L’autonomia è uno dei problemi più ricorrenti nell’era degli smartphone, i produttori corrono ai ripari inserendo batterie dalla capacità maggiore e ciò è reso anche possibile dall’ampiezza generosa dei dispositivi.

Fra i tanti smartphone in commercio quello che ne risente di più è da sempre l’iPhone di Apple. Gli utenti della Mela (compreso me d’altronde) non possono far altro che constatare la scarsa autonomia del proprio telefono.

Quest’anno sono stati presentati i nuovi top di gamma delle altre aziende al Mobile World Congress di Barcellona: Galaxy S6 (2550 mAh), HTC One M9 (2840 mAh), ed altri che messi a confronto con l’iPhone 6 (1810 mAh) dovrebbero garantire maggiore durata.

iPhone 6 Plus è un discorso a parte, dato che ha una batteria vicina agli standard odierni e garantisce un’autonomia pressoché maggiore rispetto ai suoi predecessori.

Ma allora perché Apple sembra rifiutarsi di migliorare questo aspetto del suo top di gamma? In una recente intervista Jony Ive, capo design a Cupertino, ha rilasciato alcune dichiarazioni, che possono far discutere e storcere il naso ad alcuni.

Ive ha fatto leva sul design dei prodotti, cercando di definire l’importanza di impugnare uno smartphone leggero, ergonomico, sottile e che sia piacevole da usare. Se l’azienda si concentrasse sulla grandezza e l’autonomia della batteria, si andrebbe a perdere di vista l’aspetto fondamentale del telefono: l’usabilità.

Questo è più o meno il pensiero del VIP Desginer di Apple. E voi siete d’accordo con il suo pensiero o è abbastanza superficiale e maniacale?

Via

Commenti
Vai su