Curiosità

iTombstone: la lapide a forma di iPhone per i fan di Apple

itombstone-lapide-forma-iphone

Sembra incredibile ma l’hanno fatta davvero. Un artista ucraino ha pensato bene di ideare una lapide a forma di iPhone. Certo, il nome non è dei più originali ma iTombstone è stata protagonista indiscussa della fiera Bely Topol; fiera, per l’appunto, dedicata ad articoli funerari.

L’idea di creare questa lapide decisamente sui generis è di Pavel Kalyuk, artista ed imprenditore che possiede un’azienda in Ucraina chiamata Autograph, specializzata nella realizzazione di lapidi e monumenti funerari particolari che mirano ad attirare l’attenzione.

iTombstone è una delle idee che potremmo collocare nel mezzo tra “genialata” dell’anno e peggiore idea al mondo. Ora, posto che lo scopo di questo articolo non è quello di giudicare se l’idea sia o meno di cattivo gusto – de gustibus non disputandum est – ci sono delle considerazioni da fare.

Per prima cosa una lapide a forma di iPhone, per motivi piuttosto ovvi, non troverà collocazione in tutti i cimiteri e non è indicata per tutti i paesi del mondo. Però, considerando che le cose di pessimo gusto, spesso ed inspiegabilmente, al giorno d’oggi ottengono un successo smisurato, iTombstone sicuramente porterà notevoli entrate all’azienda che la produce.

Quindi da un punto di vista puramente economico potrebbe essere un successo. Tanto che già durante la presentazione molti hanno pre-ordinato la loro iTombstone al prezzo di circa 1000 dollari. Le lapidi saranno repliche esatte dello smartphone del defunto, con tanto di numero di serie, indicatore di durata della batteria e foto o selfie utilizzato come immagine di sfondo.

Il Siberian Times ha pubblicato anche delle immagini della lapide a forma di iPhone che ci aiutano a capire effettivamente di cosa stiamo parlando. A voi l’ardua sentenza:

itombstone 2

L’azienda ha inoltre dichiarato di voler realizzare iTombstone anche nella forma di un Samsung Galaxy, così da “accontentare pure i fan di Android”. A quanto pare anche nell’altro mondo dovremmo fare i conti con l’eterna lotta tra Apple e Android.

Commenti
Vai su