Apple

iPhone 8 con display OLED sarà disponibile in quantità limitate?

Apple ha intenzione di introdurre almeno un modello di iPhone 8 con display OLED nel 2017. Il colosso Bloomberg ha svolto delle indagini sulla società giapponese Canon Tokki, responsabile della produzione delle macchine che saranno probabilmente utilizzate per creare i suddetti display, e la situazione non è rosea.

Un display OLED garantirebbe consumi più bassi, ingombro di gran lunga inferiore, miglioramenti alla qualità delle immagini e novità strutturali e tecnologiche inedite. Le macchine in questione sfruttano un sistema di produzione a vuoto lungo 100 metri che viene sfruttato per depositare i pixel rossi, blu e verdi su una superficie di vetro tramite l’evaporazione dei materiali organici. Canon Tokki ha sviluppato alcune tecnologie chiave per il processo di produzione che hanno ridotto il margine di errore in modo significativo, portando a rendimenti molto più alti rispetto ad altre aziende del campo.

Tuttavia, secondo Bloomberg, Canon Tokki non riesce a produrre più di 10 macchine l’anno e ha un arretrato di due anni a causa della forte richiesta, anche se non è chiaro se questo avrà un impatto su Apple, che potrebbe affidarsi anche a Samsung ed altri colossi (come LG). L’azienda coreana sfrutta la tecnologia OLED sulla propria linea di smartphone da tempo immemore, ma Bloomberg teme che Samsung possa non essere in grado di realizzarne così tanti: la domanda di Apple è colossale.

Secondo le indiscrezioni più affidabili, Apple rilascerà almeno un modello di iPhone 8 che integra un display OLED nel 2017, ma le voci sono in disaccordo su dettagli importanti. Secondo alcuni, l’iPhone 8 userà un display OLED curvo che avvolge i bordi del dispositivo (come su Galaxy S7 Edge) mentre secondo altri la curvatura sarà assente e si assisterà ad un più “semplice” profilo borderless. Tra le altre novità più quotate troviamo la rimozione del tasto Home, l’integrazione del Touch ID nello schermo, il chip A11, la scocca in vetro, la ricarica wireless a lungo raggio e il Bluetooth 5. Non resta che aspettare.

Commenti
Vai su