Apple

Apple diminuisce la produzione di iPhone 6S del 30%

iPhone 6S

Poche ora fa ha iniziato a circolare sul web una notizia decisamente insolita. Sembrerebbe che Apple si sia trovata costretta a ridurre gli ordini di iPhone 6S e iPhone 6S Plus del 30%. La causa principale di questa drastica decisione sarebbe il notevole calo di vendite registrato negli ultimi mesi.

Nonostante l’ipotesi di una diminuzione della domanda di nuovi iPhone da parte degli utenti sarebbe la più ovvia, la reale causa di questo importante taglio alla produzione potrebbe essere un’altra. Come noto ogni anno quando l’azienda di Cupertino lancia un nuovo modello di iPhone, questo va letteralmente “a ruba” e di conseguenza gli utenti faticano a trovarne di disponibili all’acquisto in negozio oppure online in tempi brevi.

Per queste ragioni Apple potrebbe aver incrementato inizialmente la produzione di iPhone 6S proprio per evitare i soliti problemi di reperibilità del dispositivo che certamente incidevano sulle vendite.

Nonostante questa seconda possibilità la maggior parte delle fonti asiatiche e non solo da per certa la prima. Ecco quanto riportato su un report della Nikkei Asian Review:

“I clienti hanno visto pochi miglioramenti rispetto all’iPhone 6, e per questo hanno deciso di non acquistare il nuovo modello e di attendere l’iPhone 7.”

Inoltre proprio a causa di questo taglio del 30% alla produzione di iPhone 6S, la Foxconn, azienda partner di Apple che assembla la maggior parte dei suoi prodotti, ha ottenuto una sovvenzione di 12 milioni di dollari dal governo taiwanese.

Questi soldi servirebbero per evitare il licenziamento di migliaia di lavoratori, anche se ufficialmente sarebbero una sorta di premio per l’eccellente lavoro svolto dalla Foxconn in questi anni. Purtroppo però per molti analisti questa seconda ipotesi sarebbe soltanto una copertura per evitare allarmismo.

Per scoprire la verità non resta che attenere il 26 gennaio, giorno in cui Apple comunicherà i dati finanziari relativi all’ultimo trimestre del 2015. Lo scorso anno nello stesso periodo la mela morsicata era riuscita a vendere ben 74.4 milioni di iPhone.

Intanto, a causa di questo probabile taglio del 30% alla produzione di iPhone 6S, il titolo AAPL in borsa è sceso sotto i 100$ e ciò non accadeva dall’ottobre del 2014.

Commenti
Vai su