Curiosità

HidrateMe: ricordarsi di bere non è più un problema

hidrateme

Da qualche anno a questa parte ho notato che sempre meno persone tendono a prendersi cura del proprio corpo. Con questo non intendo dire che per forza di cose uno dovrebbe dedicarsi ad uno sport o ad una attività fisica in particolare, però non trovo nemmeno salutare il fatto che si saltino i pasti principali. A volte, per mancanza di tempo, si tende a bere anche meno e ciò può provocare dei grossi disturbi al corpo umano.

E’ per questo stesso motivo che la giovane società Hidrate con sede a Minneapolis, una città degli Stati Uniti, ha dato vita ad una bottiglia smart molto interessante. HidrateMe, questo il nome dell’oggetto tecnologico, sarà in grado di monitorare la quantità di acqua da noi assunta ed avvisarci quando il nostro corpo inizia ad essere disidratato.

A partire dal Q3 2015 l’applicazione dedicata sarà disponibile al download sia per i dispositivi Android che per quelli iOS e, grazie ad una interfaccia semplice e ben studiata, il suo utilizzo sarà semplicissimo. Attraverso un elaborato algoritmo basato su altezza, peso ed età, HidrateMe, calcolerà quanta acqua dobbiamo bere durante il giorno.

L’obiettivo – se così vogliamo chiamarlo – sarà variabile, in quanto verranno presi in considerazione anche altri paramentri, quali eventuali attività sportive effettuate, temperatura e umidità del posto in cui ci troviamo. HidrateMe, che ha una capienza di 710 ml e viene fornita con un tappo a tenuta stagna, è costituito di plastica.

L’azienda statunitense informa inoltre che questa bottiglia smart è completamente lavabile in lavastoviglie e la batteria ha una durata di oltre un anno. Al momento l’oggetto è in cerca di fondi su KickStarter ma visto il successo che sta ottenenedo non è difficile ipotizzare che lo vedremo in vendita molto presto.

Via

Commenti
Vai su