Curiosità

Per i giovani i messaggi sono diventati una droga

Non avremo di certo scoperto l’acqua calda ma lo studio di cui parleremo quest’oggi mette in evidenza una realtà in cui le persone sono sempre più schiave di tutto ciò che riguarda il mondo della tecnologia. Da una ricerca effettuata dalla Penn State Harrisburg University e pubblicata sulla rivista Social Science Journal è emerso che per i giovani i messaggi sono diventati una vera e propria droga.

Ad un campione di studenti di età media poco inferiore ai 20 anni e per il 60% composto da donne è stato posto un questionario composto da 70 domande, tra le quali veniva anche chiesto se i partecipanti avessero mai mandato o letto messaggi in 33 situazioni potenzialmente inappropriate.

Il risultato è stato abbastanza sorprendente in quanto oltre ad utilizzare lo smartphone in luoghi comuni, il 90% ha affermato di aver messaggiato mentre mangiava, l’80% mentre era in bagno, il 70% al cinema e il 75% al lavoro o durante una lezione, è emerso che i giovani lo usano anche nelle situazioni più inappropriate.

Il 7% degli studenti che ha partecipato alla ricerca ha ammesso di aver messaggiato durante il sesso, il 20% mentre era ad una funzione religiosa e il 10% ad un funerale. E’ emerso poi che oltre un terzo di questi riceve ed invia più di 100 messaggi al giorno, e controlla il proprio telefono ben 16 volte nell’arco di un’ora.

Marissa Harrison, l’autrice principale dell’indagine ha svelato che le persone mandano messaggi in queste situazioni anche se sanno che non è la cosa giusta da fare.

Voi vi ritrovate in questi dati oppure siete persone che sanno regolarsi in base al contesto in cui si trovano?

Via

Commenti
Vai su