Operatori Telefonici

Addio roaming in Europa: trovata l’intesa tra UE e operatori telefonici

roaming-europa

Ora è ufficiale. Finalmente da metà giugno non dovremo più pagare costi maggiori se chiameremo tra paesi della comunità europea. Il servizio roaming offerto dai vari operatori telefonici, avrà un costo congruo e non porterà costi eccessivi se utilizziamo la nostra SIM lontano dal nostro paese.

A giugno viaggeremo in Europa senza roaming

Molti aspettavano questa notizia da tempo, finalmente la Commissione Europea, il Consiglio europeo e il Parlamento europeo si sono pronunciati in favore dell’abolizione dei costi di roaming. Da metà giugno sarà possibile viaggiare nei paesi della comunità europea e utilizzare il proprio piano tariffario senza sovrapprezzi dovuti ai costi di roaming.

Una decisione quasi storica, che ha destato qualche perplessità nei consumatori che temono ci sia un aumento di prezzi da parte dei gestori, cercando così di ammortizzare le perdite. In realtà l’organizzazione AGCOM, in difesa dei consumatori, ha tenuto ha ribadire le soglie delle tariffe. Secondo la Repubblica: “Nello specifico per il traffico voce in roaming la soglia massima all’ingrosso sarà di 0,032 euro al minuto e 0,01 euro per ogni SMS. Più articolata la questione del traffico dati, sempre all’ingrosso. Si partirà da 7,7 euro a GB (dal 15 giugno 2017) per arrivare a 6 euro per GB (1 gennaio 2018), 4,5 per GB (1 gennaio 2019), 3,5 euro per GB (1 gennaio 2020), 3 euro per GB (1 gennaio 2021) e infine 2,5 per GB (1 gennaio 2022)“.

I costi dunque si sono ridotti drasticamente, abbassandosi ben oltre l’80%. Non dovrà essere necessario pagare cifre folli per connettersi o, addirittura, comprare una ricaricabile di chissà quale operatore nazionale per poi gettarla via dopo qualche settimana. Anche se per i consumatori sembra essere un’ottima notizia alcuni esperti nel settore TCL, pensano che questa operazione possa agevolare le lobby dei grandi operatori, lasciando fuori dal mercato i piccoli operatori. Sta di fatto che questa decisione era attesa da anni, e fortunatamente si è sbloccata quanto prima.

Commenti
Vai su